Idee

Ancora sulla chiusura di Casa Pound su Facebook

Personalmente ho già detto che io non avrei chiuso la pagina Fb di Casa Pound e Forza Nuova ma questo significa poco perché Facebook non è mia, Facebook è di Facebook e se Facebook adotta una policy che proibisce i messaggi di odio e di  istigazione all’odio poi la deve fare applicare se no è inutile metterla.

Devo dire pure che io non ho mai messo il like alla pagina Facebook di Casa Pound mentre molta gente lo ha fatto e poi la visitava spesso anche solo per giudicarli male e riprendere sulle loro bacheche i contenuti più inaccettabili con il risultato di pubblicizzare ancora di più tesi aberranti.

 

 

 

Non sono mai andato neanche a fare il troll di sinistra sui profili dei dirigenti dell’estrema destra mentre qualche volta ho subito dei troll di destra e la cosa mi ha dato fastidio.

Non avendo mai o quasi mai visitato le loro pagine, non ho mai sentito il bisogno di segnalare a manetta i loro contenuti, nemmeno di denunciarli alla Polizia Postale , probabilmente il grande contenzioso esterno e interno alla piattaforma con notevole dispendio di risorse umane ed economiche ha convinto Facebook dell’opportunità di dargli un taglio netto.

Inoltre Facebook vive di pubblicità : se alcuni inserzionisti decidono di non investire o ridurre il proprio investimento pubblicitario perché non vogliono confondere il proprio brand con certe organizzazioni possono avere ragione o torto ma Facebook deve tenerne conto perché Facebook ci ospita gratis grazie alla pubblicità a pagamento.

Comunque Casa Pound in Italia è sempre liberissima di esprimersi come vuole, rispondendone alle leggi: libera di avere sedi, di montare gazebo, di fare manifestazioni, di stampare giornali e volantini, di tenere comizi, di aprire radio e televisioni, anche su Internet di avere propri siti e blog. Continuerà ad essere presente su Whatsapp, su Twitter, ad usare telefonini e telefoni fissi, mail e posta cartacea.

Nella società italiana la libertà di parola e di stampa non si esaurisce, fortunatamente, in Facebook per quanto utile e importante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,