Idee

Amministrazione Canelli: finta sinistra, vera destra!

Stiamo per raggiungere i 3 anni di amministrazione Canelli e si può fare qualche bilancio, almeno tracciare delle linee interpretative del mandato amministrativo che ha già superato la sua metà.

Dobbiamo innanzitutto ritornare alle dichiarazioni di inizio mandato del sindaco Canelli: 3 anni fa ilsSindaco rivendicava la sua vittoria come una vittoria della “Lega sociale” , cioè di un partito che meglio del Pd aveva saputo interpretare il disagio dei ceti più deboli ed esposti alla crisi, rivendicava la sua stessa estrazione e vicinanza personale e familiare di sinistra.

Cosa ne è stato in questi anni, di questa scelta precisa di campo? Una narrazione che sembrava trovare riscontri perfino in una parte tradizionalmente di sinistra della città.

Da Agognate e dal Polo logistico, prima avversato per motivi elettorali da Canelli e poi sposato in pieno, con un clamoroso ribaltamento degli argomenti, al via libera alla ristrutturazione Post-industriale dell’ex area De Agostini per arrivare alla progettazione Novara Calcio-De Agostini di questi giorni per la Cittadella dello Sport non si può leggere l’azione della Giunta Canelli come la più disponibile, la più simpatetica, la più vicina all’iniziativa di alcuni grandi gruppi economici, sempre gli stessi, che in linguaggio ‘populista’ si definiscono ‘poteri forti’ e in questo caso sono ‘fortissimi’.

Siamo quindi di fronte a un’autorappresentazione di Canelli come ‘Sindaco del popolo’ e ad una realtà certamente lontana da questa immagine  poiché mai come in questi anni la guida della Città è sembrata nelle mani di pochi privati e della loro progettualità più che in quelle  dall’amministrazione pubblica che ha giocato di rimessa rispetto a queste idee e a queste iniziative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,