Gusto Tempo libero

È partita la kermesse di “Exporice 2018”

Questa mattina in Camera di Commercio la presentazione ufficiale dell'iniziativa promossa insieme all'Atl della Provincia di Novara

Ha preso il via domenica 2 settembre, con la festa del riso Artiglio a Vespolate, il programma di eventi di ExpoRice 2018, la manifestazione organizzata da Agenzia Turistica Locale e Camera di Commercio di Novara. Il ricco calendario di appuntamenti è stato presentato questa mattina in occasione della conferenza che si è svolta presso l’Ente camerale.

«La manifestazione è partita nel 2012 con l’intento di valorizzare il riso, prodotto principe del Novarese, non solo per la sua valenza agricola, ma anche turistica, dal momento che ha plasmato paesaggi e tradizioni – ha spiegato Cristina D’Ercole, segretario generale della Camera di Commercio di Novara – Con il tempo si è passati da una singola iniziativa ad una fitta rete di eventi, grazie al coinvolgimento di istituzioni, associazioni e produttori, i quali si sono dimostrati sempre più consapevoli e attivi nel promuovere attività di conoscenza del territorio e delle sue risorse».

Momento clou della manifestazione sarà il weekend in programma sabato 15 e domenica 16 settembre al Castello di Novara: due giorni all’insegna di escursioni e visite guidate, laboratori didattici per i più piccoli, spettacoli e incontri culturali, con ampio spazio dedicato al mercato di prodotti tipici e alla scuola di cucina, grazie agli appuntamenti di sabato con lo chef Sergio Barzetti, maestro di cucina ed autore del Risottario, e di domenica con Elena Formigoni, food blogger di www.cucinama.it, con la presentazione del Risotto 100% Novarese a cura del suo ideatore, lo chef Gianpiero Cravero, e del Consorzio Gorgonzola.

«Sempre più si parla di riso italiano e di paesaggi novaresi, grazie anche ai press tour che abbiamo organizzato con giornalisti stranieri e che hanno contributo a far conoscere il nostro territorio e il suo legame con questo particolare prodotto tipico» ha sottolineato Maria Rosa Fagnoni, presidente ATL della provincia di Novara. Fagnoni ha quindi ricordato le numerose iniziative in programma, che animeranno ben dodici Comuni della Bassa Novarese fino a metà ottobre, con attività per tutti i gusti e tutte le età: laboratori di cucina e didattici, degustazioni e mercatini dove poter fare acquisti direttamente dai produttori, biciclettata e tour in bus tra le risaie, spettacoli, animazioni per bambini, festival del cinema rurale e di risaia “Corto e Fieno” ed iniziative culturali.

Alla conferenza sono inoltre intervenuti Emilio Iodice, assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Novara, e i rappresentanti di alcuni degli altri enti ed associazioni che hanno patrocinato la manifestazione o che gestiscono specifici eventi nell’ambito della stessa, tra cui i Comuni di Granozzo e Casalino, le Pro Loco di Galliate e Vicolungo, Confagricoltura, Coldiretti, Est Sesia, Parco del Ticino, Consorzio Gorgonzola, Museo ‘L Çivel di Casalbeltrame e Asilo Bianco di Ameno.

Il programma completo della manifestazione è disponibile sui siti www.turismonovara.it e www.no.camcom.gov.it. Per maggiori informazioni sui singoli eventi e sulle attività per le quali è richiesta la prenotazione è possibile rivolgersi ai seguenti contatti: tel. 0321.39.40.59; [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

Sponsorizzato

La pubblicità su La Voce? PIù spendi più guadagni

La pubblicità su La Voce? Più spendi più guadagni

Lo sapevi che più pubblicità fai sul nostro quotidiano on line e sul nostro free press più guardagni? Da quest’anno, infatti, è stato approvato il cosiddetto Bonus Pubblicità che permette alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli enti non commerciali di usufrire di un credito d’imposta in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa. L’ammontare del beneficio Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati e, addirittura, del 90% nel caso si tratti di microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative.