Allappante Gusto

Dove sono le bettole?

A proposito dell'intervista a Chef Rubio apparso sul Corriere della Sera nei giorni scorsi sul tema della "vera cucina"

Sul Corsera nei giorni scorsi è apparsa un’intervista a chef Rubio che dice molte cose interessanti, alcune meno, e prende posizione sulla “vera cucina” che, secondo lui, sarebbe nelle bettole e non nei ristoranti “slegati dall’essere umano”. Cosa siano le bettole, però, non è chiaro. Sembrano più che altro una costruzione letteraria: cucine povere fatte da gente del popolo. Un po’ “cucina della nonna” e un po’ “cucina popolare”. Un’immagine romantica che qui nel pezzo d’Italia dove vivo non trovo. Nei circoli, una volta le “bettole” per antonomasia, si sono piazzati dei cuochi veri e le famiglie meridionali di una volta non ci sono più: troppe sono le norme per lasciare spazio all’improvvisazione creativa. Semmai si potranno trovare ai margini, al Sud, forse, e certamente all’estero. Ma qui no, non ci sono più. Se uno vuole dell’improvvisazione creativa deve contare su amici, parenti, cucine private. Oppure, e qui dissento da Rubio, andare in un ristorante con un cuoco vero ed intelligente e non supponente e mangiare lì.

E le “bettole”? Se si considerano come bettole i locali basici, cioè le pizzerie, i camioncini e i kebab… il panorama creativo è deludente: tutto surgelato, moltissimi semilavorati, ignoranza diffusa su prodotti e processi. Un po’ come sperare nella creatività nei tramezzini del supermercato.

Dunque, a mio avviso, le “bettole” non esistono (almeno per me qui). E se vuoi creatività devi contare su un privato o su un cuoco professionale e non montato; se vuoi la semplicità vale quanto sopra. Le bettole sembrano esistere più che altro nella testa di molta gente, compresa quella dello chef Rubio. Che, però, sia detto, vive una regione umana più ampia della mia. Dove le bettole sono forse quelle che lui descrive nell’intervista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati