Scuola Tempo libero
flash mob fotografico

Flash mob fotografico al Broletto per la parità di genere

L'iniziativa, promossa dall'Iti Omar nell'ambito del progetto #WeToo, andrà in scena oggi pomeriggio nel cortile del Broletto, dalle 16 alle 18, con la presenza della fotografa novarese Vittoria Lorenzetti. La partecipazione è aperta a tutte e tutti, basta metterci la faccia. Ecco come

flash mob fotografico
Vittoria Lorenzetti

Flash mob fotografico al Broletto per la parità di genere. L’iniziativa, promossa dall’Iti Omar nell’ambito del progetto #WeToo, andrà in scena oggi pomeriggio (sabato 9 marzo) nel cortile del Broletto, dalle 16 alle 18, con la partecipazione della fotografa novarese Vittoria Lorenzetti. Già nota per le sue indagini fotografiche in India relative alla violenza sulle donne, eseguirà ritratti fotografici a coloro che vorranno posare. “La partecipazione è aperta a tutte e tutti – spiegano gli organizzatori A coloro che parteciperanno è richiesto di portare una propria scarpa al fine di rappresentare l’indipendenza e l’emancipazione femminile. Maggiore sarà la partecipazione e più forte sarà l’eco del messaggio”.

Il progetto #WeToo – un occhio al 2030, riguarda il goal 5 dell’agenda ONU 2030, ovvero il Gender Equality (parità di genere): un percorso che gli studenti dell’istituto stanno affrontando fra immagini e parole. La manifestazione è promossa in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale e con il patrocinio del Comune di Novara, in occasione del Mese della Donna. Tra i partner ci sono anche il Gruppo Noi dell’Iti Omar, Fondazione Carolina, Fondazione Lucrezia Tangorra, Upo e Provincia di Novara.

“La parità di genere non è solo un diritto umano fondamentale, ma la condizione necessaria per un mondo prospero, sostenibile e in pace – proseguono gli organizzatori – Mentre il mondo ha fatto progressi nella parità di genere e nell’emancipazione delle donne attraverso gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (tra cui la parità di accesso all’istruzione primaria per ragazzi e ragazze), donne e ragazze continuano a subire discriminazioni e violenze in ogni parte del mondo. Garantire alle donne e alle ragazze parità di accesso all’istruzione, alle cure mediche, a un lavoro dignitoso, così come la rappresentanza nei processi decisionali, politici ed economici, promuoverà economie sostenibili, di cui potranno beneficiare l’umanità e la società intera”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati