Calcio Giovani Qui UPO Sport

Calcio a 5, il Cuspo raddoppia ed è pronto a ripartire

Ultimi dettagli in via di definizione, a pochi giorni dalla nuova stagione sportiva, per le squadre del Cus Piemonte Orientale. Quest'anno saranno due le formazioni ai nastri di partenza: accanto alla senior neopromossa in C1 ci sarà anche la neonata compagine dell'Under 21

Calcio a 5, il Cuspo raddoppia ed è pronto a ripartire. Ultimi dettagli in via di definizione, a pochi giorni dal via della nuova stagione sportiva, per le squadre del Cus Piemonte Orientale. Quest’anno saranno due le formazioni al via: accanto alla senior neopromossa in C1 ci sarà anche la neonata compagine dell’Under 21. La Voce, per saperne di più, ha incontrato il direttore generale Alberto Travaglia.

Per quanti ancora non vi conoscono ricordiamo la vostra storia?

«La sezione calcio a 5 del C.U.S. Piemonte Orientale, dopo un breve passato nel mondo dilettantistico, fonda nel luglio 2015 il suo movimento a livello federale nella provincia di Novara. Dopo un biennio di successi della prima squadra in serie D, culminato con la vittoria dei playoff e la conseguente promozione in serie C2, i dirigenti decidono di ampliare il movimento iscrivendo anche una squadra Under 21 al campionato regionale calcio a 5 della Figc»

 

 

 

Quest’anno ripartite con nuovi e sempre più ambiziosi obiettivi

«E’ proprio di quest’estate l’approvazione e la promozione alle società di calcio a 11 della provincia di Novara del progetto ‘dal calcio a 11 al calcio a 5’ con l’obbiettivo di proporre ai giovani calciatori provenienti dal mondo del calcio a 11, l’avvicinamento al calcio a 5. Dopo l’ultimo biennio di C2 che ha regalato rispettivamente una finale e una semifinale playoff persa, si decide di candidarsi al ripescaggio in serie C1 per colmare il vuoto societario presente in quella categoria e veniamo ripescati in serie C1. Da più di 5 anni, parallelamente, la sezione calcio a 5 del CUS Piemonte Orientale, partecipa ai Campionati Nazionali Universitari, competizione di carattere Nazionale dove sono ammessi solo studenti universitari del proprio ateneo di appartenenza e noi, proponiamo da anni una squadra di calcio a 5 universitaria dell’Università del Piemonte Orientale con positivi risultati ogni anno»

A cosa mira il vostro progetto?

«Questo progetto si pone l’obbiettivo di divulgare la disciplina del calcio a 5 nel territorio poco ricettivo a questo sport del medio piemonte, estendendo la nostra offerta e cercando di creare un movimento sinergico al calcio a 11 coinvolgendo, oltre che i ragazzi interessati, anche società di calcio a 11 con cui collaborare per aumentare la visibilità di questa disciplina e creare un’opportunità di crescita per il territorio»

Qual è l’organigramma della vostra sezione?

«Come detto seguiamo una prima squadra iscritta al Campionato Regionale di Serie C1 Piemonte e Valle d’Aosta e un’Under 21. Oltre al sottoscritto ci sono il direttore sportivo GianAndrea Camanna, gli allenatori Lodovico Foglia che segue la prima squadra e Alessandro Vacchi che si occupa della giovanile Under 21, il direttore tecnico Mauro Luigi Parenti quindi Orazio Salinitro che è dirigente responsabile dell’Under 21 e Lorenzo Occhipinti nostro fidato fisioterapista. Siamo attivissimi anche nel campo dell’informazione garantita al meglio sia dal nostro fotografo ufficiale Simone Spaduzzi che da Davide Cavallini radiocronista ufficiale di Radio Dado Sport»

Come e dove è possibile seguirvi?

«Ci alleniamo al palasport ‘Renzo Zanchetta’, la palestra dell’Istituto Giacomo Fauser in viale Galileo Galilei, sia con la prima squadra che con l’Under 21. La sede di gioco delle partite casalinghe è invece il ‘Pala Novarello’ a Granozzo con Monticello. La prima squadra gioca in casa il venerdì sera alle ore 21, l’Under 21 il sabato pomeriggio ma gli orari sono ancora da definire. La prima squadra esordirà in casa venerdì 27 settembre, l’Under 21 partirà due settimana più tardi sabato 12 ottobre»

Il sogno nel cassetto per l’imminente prossima stagione?

«Tra gli obbiettivi ci sono sicuramente quello di lasciare la nostra impronta in questo campionato, facendoci conoscere e divulgando il nostro credo e la nostra serietà. Parallelamente intendiamo concentrarci sulla crescita giovanile, coltivando oltre che la nostra Under 21 anche il progetto di avvicinamento di nuovi giovani al calcio a 5, con la volontà di creare a breve anche una squadra Under 19 e Under 17. Poi, chissà, magari tra qualche anno realizzare quel progetto già steso da mesi, di una vera e propria scuola calcio a 5 a Novara coinvolgendo ragazzi dai 5 anni a salire. Tutto questo sarebbe il coronamento dell’intero progetto»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,