Il Comune di Galliate “spegne” le luminarie di Natale in attesa dei commercianti

Mentre i sindaci di Romentino, Cameri e Bellinzago confermano che le luci natalizie saranno garantite

Luminarie sì, luminarie no? Quest’anno i Comuni dovranno di fatto trascorrere un “Natale al risparmio” per fronteggiare gli aumenti da capogiro delle bollette (leggi anche qui). Dunque la scelta di “spegnere” oppure lasciare “acceso” il natale fra le vie dei paesi è tutt’altro che semplice.

Il sindaco di Galliate, Claudiano Di Caprio, afferma che «quest’anno, il comune galliatese, non parteciperà economicamente all’accensione delle luminarie natalizie. Decisione presa come segnale di responsabilità e rispetto per famiglie e imprese. In un momento storico così difficile, occorre un segno di buon senso. Alcune parti della città verranno comunque decorate per il periodo natalizio, con il contributo dei commercianti e di alcune ditte che, a mezzo di offerte, provvederanno all’acquisto delle luminarie e degli addobbi. In buona sostanza, quest’anno, non ci saranno luminarie pagate dal Comune».

«Le luci natalizie ci saranno – dichiara invece il primo cittadino di Romentino, Marco Caccia – anche perchè abbiamo un contratto di fornitura delle luminarie firmato lo scorso anno, quindi i fondi sono già stati stanziati. Al di là del contratto, avremmo comunque garantito le luci natalizie per supportare i nostri commercianti».

«Considerato che le luminarie erano già state posate per la festa patronale a seguito di accordi e impegni precedentemente presi con il fornitore, per il prossimo Natale le luminarie a Cameri ci saranno – commenta il sindaco di Cameri, Giuliano Pacileo – ma a differenza degli anni scorsi senza l’aggiunta di soggetti natalizi riducendo gli orari di accensione in modo da ridurre consumi e costi. È indubbiamente un momento difficile per tutti in particolare per famiglie e imprese visto il perdurare del caro energia, queste luminarie anche se quest’anno limitate, vogliono dare un po’ di colore al nostro paese, cercando di ricreare per quanto possibile quell’atmosfera e quel calore tipici del Natale soprattutto per i più piccoli.
Inoltre, ricordo, che ci saranno sul territorio iniziative che richiamano l’atmosfera natalizia in modo da coinvolgere al meglio tutta la cittadinanza».

Il primo cittadino di Bellinzago, Fabio Sponghini sottolinea che «dopo alcune riflessioni e ascoltando i Comuni vicino la decisione è stata quella di addobbare il paese con le luminarie natalizie. Ovviamente, a differenza degli altri anni, si presterà maggiore attenzione ai consumi e quindi le luci saranno accese esclusivamente in fasce di orario serale».

Leggi anche

Luminarie di Natale: il Comune pensa al risparmio ma senza penalizzare le festività

Oleggio, il caro energia spegne il campanile. Quest’anno niente luminarie di Natale

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Paolo Pavone

Paolo Pavone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni