Famiglia Scuola

Una raccolta di materiale didattico per le famiglie in difficoltà

Un'iniziativa di Fratelli d'Italia che metterà a disposizione un gazebo sabato 8 settembre al mattino al Mercato Coperto e nel pomeriggio in Piazza delle Erbe

Si chiama “Operazione Zaino Pieno” ed è una raccolta di materiale didattico promossa da Fratelli d’Italia destinata alle famiglie che si troveranno in difficoltà ad affrontare le spese legate all’inizio dell’anno scolastico.

«Per molte famiglie novaresi anche il materiale per la scuola è una spesa non indifferente – spiegano da Fratelli d’Italia – Siamo consapevoli e attenti da sempre ai problemi sociali del nostro territorio e per questo motivo ci impegneremo con la massima passione e determinazione nella raccolta del materiale, iniziativa che abbiamo già organizzato. I cittadini chiedono concretezza alla politica e alle istituzioni locali e questo è un primo passo in questa direzione. Raccoglieremo tutto quanto possa servire a scopi didattici e consegneremo il materiale direttamente alle famiglie italiane in difficoltà, senza intermediari per essere certi che il frutto delle donazioni vada veramente a chi ha bisogno, prima che si torni sui banchi di scuola. Vogliamo dare un segnale di vera solidarietà, per questo abbiamo deciso di mobilitarci per dare un aiuto reale ai novaresi indigenti. I bambini da aiutare sono i cittadini di domani».

Sabato 8 settembre, dunque, sarà allestito un gazebo al mattino al Mercato Coperto e nel pomeriggio in Piazza delle Erbe dove saranno raccolti materiale di cartolibreria (penne, matite, pastelli, pennarelli, quaderni, gomme, righelli, squadre, ecc.) e oggetti per la didattica (zaini, vocabolari, cartelline, ecc.).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,