Famiglia Giovani Tendenze

Quando lo sport passa attraverso il fumetto

Sono Manga i protagonisti della campagna social "C'è posto per me" lanciata dalla sezione femminile del Novara Basket. Un percorso guidato dai valori della società e da temi significativi per l'adolescenza

I valori, le dinamiche, un percorso condiviso tra società, famiglie e atlete. Un percorso la cui direzione sia l’identità intesa come valore.

Sono questi i punti cardini di una campagna social messa in campo, è proprio il caso di dirlo, dalla sezione femminile del Novara Basket. Una campagna che ha come protagonista un fumetto dall’aspetto Manga e dall’animo umano perchè affronta i temi sociali con i quali spesso gli adolescenti si trovano ad avere a che fare: il bullismo, i disturbi alimentari o la droga.

«Le nostre squadre – spiega Massimo Ascione, l’allenatore – sono composte da ragazze minorenni. Qualunque tipo di utilizzo della loro immagine o anche solo dei loro nomi, nonostante l’autorizzazione delle famiglie, sarebbe stato fuori discussione. Questo limite è così diventato il punto di forza della nostra comunicazione: non l’individuo ma il gruppo, non la persona ma il personaggio, non il singolo ma la squadra, che sono poi i valori dello sport. Lo sviluppo di “personaggi”, dunque, muove il messaggio dalle atlete ma non deve essere immediatamente e direttamente riferibile a loro stesse. Il personaggio principale, infatti, non è una giocatrice di basket e attraverso, lo slogan della campagna “C’è posto per me“, incarna il prototipo della ragazza che si appassiona a questo sport e vuole saperne di più. E per fare tutto ciò abbiamo quindi deciso di utilizzare uno strumento apprezzato da tutti i giovani, il fumetto appunto».

Uno strumento della comunicazione popolato di personaggi, che enfatizza i dialoghi e le pose e che trasmette azione, interamente fondato sul racconto di storie, e che nella mente di Daniele Rudoni ha preso proprio le forme di un Manga. È, infatti, la mano esperta del noto fumettista novarese, che vanta nel suo curriculum collaborazioni per Dylan Dog o Martin Mystère, ad aver disegnato le protagoniste del progetto.

La campagna social sarà diffusa attraverso le pagine Facebook e Instagram; i fumetti, invece, saranno svelati giovedì 18 ottobre alle 18.30 nella Sala del Compasso in occasione della presentazione delle squadre femminili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati