Culture Famiglia

Piergiorgio Odifreddi inaugura gli Scarabocchi

Il festival dedicato agli adulti e ai bambini comincia oggi nelle scuole primarie di Novara per poi spostarsi al Broletto fino a domenica. L'inaugurazione è in programma domani alle 18 con una lezione del noto matematico

Quattro giorni di seminari, workshop, lezioni, laboratori pensati per bambini, famiglie, scuole, educatori e insegnanti. Tutto questo è “Scarabocchi – il mio primo festival” che ha inizio oggi, giovedì 20, e durerà fino a domenica 23 settembre.

La giornata di oggi sarà principalmente dedicata alle scuole primarie di Novara con i laboratori che si svolgeranno direttamente nelle classi, mentre dal pomeriggio il festival si sposterà al Broletto.

Ma l’apertura ufficiale è in programma per domani, venerdì 21, alle 18 con la lezione che Piergiorgio Odifreddi terrà all’Arengo una lezione sul tema “Scarabocchi, appunti, formule”: come disegnano i matematici? Incomprensibili per molti, ma ricchi di significato per altri, i segni di chi si occupa di numeri sono linee e curve che rappresentano le acrobazie e le evoluzioni del loro pensiero. La serata prosegue alle 21 con Marco Belpoliti in una lezione dal titolo “Cosa sono gli scarabocchi?”. Perché si scarabocchia? E quando? Per rispondere a questi quesiti, un viaggio attraverso le attività disegnative di adulti e bambini, scandagliando le teorie e le immagini di chi si è occupato di questo ambito espressivo, da Gombrich a Chastel, da Freud a Klee, un percorso nella zona della nostra marginalità espressiva non normata, ma assolutamente normale. Tra noia e spazi vuoti, margini e tempi morti.

Il festival prosegue sabato 22 e domenica 23 con numerosissimi appuntamenti per adulti e bambini tra cui il laboratorio grafico con Tullio Pericoli in programma sabato alle 11.15 durante il quale, attraverso un apposito training, si scopriranno le possibilità espressive del segno grafico e i tratti salienti che potrebbero delineare il proprio ductus grafico personale. Sempre Tullio Pericoli alle 16.30 terrà un incontro per bambini da 6 a 11 anni. All 18.30, invece, arriva Mario Calabresi, direttore di la Repubblica, che racconterà il suo rapporto personale con il designer Bruno Munari. Domenica 23 attesa per l’incontro alle 11 con Altan, l’ideatore e disegnatore della Pimpa.

Il programma completo dell’evento può essere consultato al sito https://scarabocchifestival.it/eventi/

I laboratori da venerdì 21 a domenica 23 settembre

Alla scoperta del Mater-Bi #1
Dalle 11 alle 17  al Broletto gioca, decora e crea con le stoviglie in Mater-Bi, la bioplastica compostabile sviluppata da Novamont a Novara. In pochi passaggi le stoviglie si trasformano in veri e propri fantastici giochi sostenibili.

Scarabocchi in 3D #1
Vieni a provare la q3d, la lampada magica capace di trasformare uno scarabocchio in un oggetto. Puoi provare la lampada q3d alla Copisteria Torri (corso Italia 46) venerdì 21 dalle 15 alle 18 anche e sabato 22 dalle 9.30 alle 12.30 e al Broletto sabato 22 dalle 15 alle 18 e domenica 23 tutto il giorno. A cura di Flying Tiger Copenhagen con Politronica.

I laboratori di sabato 22 settembre

Corso di disegno bruttino #1
Dalle 10.30 alle 12.30 con Alessandro Bonaccorsi un percorso specifico per bambini per imparare a disegnare ciò che non si vede, ciò che non esiste, ciò che sembra inutile, imparando che tutto può essere disegnato e che disegnare è un gran divertimento.

I laboratori di sabato 22 e domenica 23 settembre

Scarabocchia il tuo ritratto
Dalle 10.30 alle 16.45 Raccontare se stessi con il tratto di uno scarabocchio: una scoperta anche per i più piccoli. Dopo avere ascoltato una storia narrata tramite il kamishibai, spettacolo teatrale di carta di orine giapponese, compito di ognuno è disegnare il proprio autoritratto. Un’attività di narrazione, scoperta e esperienza che arricchisce la comunità attraverso la diversità di volti ed espressioni, e quindi personalità. Sono utilizzati materiali di recupero, come bottoni, tappi, pezzi di stoffa, carta.

Scarabocchiando robottando
Dalle 10.30 alle 16.45 Avete mai visto delle macchine autonome scribacchianti, ognuna diversa e personalizzabile, con cui realizzare vere e proprie opere di disegno astratto? Questo sarà un laboratorio per avvicinare i più piccoli ai rudimenti della meccanica, della meccatronica, dell’automazione, attraverso la creatività e la fantasia. Il laboratorio si ripete alle ore 10.30, 11.45, 14.15, 15.30 e 16.45 e dura un’ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

Sponsorizzato

La pubblicità su La Voce? PIù spendi più guadagni

La pubblicità su La Voce? PIù spendi più guadagni

Lo sapevi che più pubblicità fai sul nostro quotidiano on line e sul nostro free press più guardagni? Da quest’anno, infatti, è stato approvato il cosiddetto Bonus Pubblicità che permette alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli enti non commerciali di usufrire di un credito d’imposta in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa. L’ammontare del beneficio Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati e, addirittura, del 90% nel caso si tratti di microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative.