Famiglia

Nati per leggere, i prossimi appuntamenti alla biblioteca Negroni

Alla rinnovata sezione 'Ragazzi' laboratori di lettura e ascolto, arte, suoni e colori. Tante proposte anche per i più piccoli e due incontri dedicati per gli adulti

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nuovi appuntamenti, alla rinnovata Sezione ragazzi della Biblioteca civica “Negroni”, con “Nati per leggere”, progetto finanziato dalla Compagnia di San Paolo e rivolte ai bambini dai 3 ai 6 anni. Le attività prevedono i più tradizionali laboratori di lettura e ascolto, ma anche di tipo creativo e artistico per mettere in dialogo le diverse forme espressive con i contenuti della letteratura e con una particolare apertura all’arte contemporanea: da questi presupposti nasce ‘Animiamo l’Arte’, mix tra lettura, ascolto, arte contemporanea, creatività, suoni e colori.

Numerose le iniziative per i prossimi mesi.

Il 4 maggio “Il suono giallo di Kandinsky. Leggere e interpretare l’opera d’arte” parte dalla lettura di un testo teatrale “Il suono giallo” del grande astrattista per giungere alla lettura di “Giallo, Rosso, Blu”, un’opera del 1925. Dalle parole, passando attraverso le immagini, si giunge ai colori. L’11 maggio sarà di scena “La Fontana di Palazzeschi. Leggere e dipingere con i Futuristi”: i suoni e le parole di alcune poesie di Aldo Palazzeschi futurista, tra i quali “La Fontana Malata”,  introdurranno al Futurismo letterario ed artistico.

Il tema del Futurismo sarà ripreso il 25 maggio con “Alice e Bianconiglio. I colori del mondo delle Meraviglie. Abbiamo scelto Alice nel paese delle meraviglie”, un classico della letteratura dell’Ottocento per incontrare la curiosa figura del coniglio sempre in ritardo e imparare a illustrare la fretta attraverso i colori e le linee.

Il 1° giugno sarà protagonista “La famiglia punto-e-virgola. Dalla scrittura all’arte” con le poesie di Gianni. Rodari dedicate alla punteggiatura e le illustrazioni di Bruno Munari per finire con la realizzazione di un libro illeggibile. La partecipazione agli incontri, per un massimo di venti partecipanti, è gratuita, con prenotazione obbligatoria telefonando allo 0321 3702813.

 

 

 

Parallelamente “Nati per leggere” proporrà il progetto “ZeroSei” percorso di tre incontri riservato ai bambini dai 18 ai 36 mesi: come in un vero Closlieu il bambino che lavorano con le mani e con il colore si concentra e trasforma la superficie in uno spazio vivo, dove può esprimersi. Sono previsti momenti per la lettura e l’ascolto e laboratori pratici basati sulla naturale curiosità dei bambini.

L’8 maggio “Giallo come il sole”. Tante scatole luminose”: i bambini saranno guidati in una scoperta illuminante giocando con forme e luci, acquisendo i concetti “fuori-dentro”, “aprire-chiudere”, “grande-piccolo”, i rapporti spaziali fra il bambino e gli oggetti e fra un oggetto e l’altro. “Blu come una goccia”. Una storia e tanto colore” sarà il tema del 15 maggio: si inizierà con  una storia per passare alla costruzione di un percorso fino a raggiungere la creatività, come un tuffo nel mare.

Il 22 maggio sarà la volta di “Bianco come le nuvole. Una soffice composizione”: preponderante sarà l’utilizzo della sensorialità con lo scopodi incentivare la curiosità attraverso i sensi e scoprire nuovi materiali. I bambini impareranno a muoversi liberamente in uno spazio preparato e attraverso le attività proposte svilupperanno capacità sensoriali motorie, cognitive e relazionali in linea con le proposte della didattica Montessori. Anche per “ZeroSei” la partecipazione, per un massimo di dieci bambini, è gratuita con prenotazione obbligatoria telefonando allo 0321 3702813.

Accanto agli appuntamenti per i più piccoli sono previsti due incontri dedicati agli adulti per imparare a creare partendo dalla lettura. un percorso laboratoriale per i propri piccoli.

L’8 giugno dalle 10 alle 12 si terrà l’incontro “Leggendo e Colorando. Parole in libertà”: le parole in libertà ci consentono di riscoprire lo spazio letterario, inteso proprio come spazio della scrittura grafica. Per sottolineare una parola, un verbo, un’emozione non sempre basta la metrica: a volte è necessario usare il sapere della grafica artistica.

Il 15 giugno, sempre dalle 10 alle 12,  “Gli alberi insegnano”: in natura i segni si ripetono in modo inaspettato. Si partirà dalla lettura di un testo di Bruno Munari per riscoprire il mondo attraverso la forma dell’albero. Anche le attività per gli adulti, per un massimo di venti partecipanti, sono gratuite con prenotazione obbligatoria telefonando allo 0321 3702813.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati