Attualità Famiglia Giovani Incontri

Fra social e quotidianità: come “Essere super genitori”

L'incontro, promosso dal coach e formatore Fabio Rotondo, è in programma martedì 19 novembre ed è rivolto a chi ha figli da 4 a 18 anni. Ecco come si svolgerà

Fra social e quotidianità: una sfida che attende tutti i genitori, giorno per giorno. A loro è dedicato l’incontro gratuito dal titolo “Essere super genitori”, promosso dal coach e formatore Fabio Rotondo (nella foto), in programma martedì 19 novembre, dalle 20 alle 22, alla Cittadella dell’artigianato di Novara.

“E’ un’attività che ho già svolto in passato ed è pensata per chi ha figli da 4 a 18-20 anni, ma ora ho scelto di aggiungere anche una parte dedicata ai social network, perché possono essere fonte di disagi e problemi per i ragazzi e invece è importante che i genitori li tengano monitorati negli ambienti digitali che frequentano – spiega Rotondo – L’importante è che siano consapevoli gli adulti, per primi”.

 

Come si svolge la serata e quali contenuti proporrà?
“Sarà un incontro pensato per fornire spunti di riflessione, anche con esempi pratici di situazioni che si possono verificare concretamente – continua Rotondo, che è anche padre di due figli – Partiremo da come cambiano le nostre abitudini dopo la nascita di un figlio, per poi passare a ciò che siamo noi per i nostri figli: modelli ed educatori, nel bene e nel male. L’obiettivo è dare informazioni e consigli per interagire meglio con i propri figli. Gli stessi adulti presenti interagiranno fra loro”.

Ma cosa si può o si deve fare per essere super genitori, appunto?
“Un processo fondamentale è l’ascolto attivo: quando i nostri figli ci parlano dobbiamo ascoltarli davvero, mostrare loro che siamo interessati a ciò che ci stanno raccontando e interagire fare delle domande. Inoltre dobbiamo conoscere il loro mondo: ciò che guardano in tv o sul tablet (dobbiamo farlo con loro), conoscere i loro amici e le loro frequentazioni, magari semplicemente facendoglieli invitare a casa. E ancora c’è il tema della ‘sospensione del giudizio’: spesso gli adolescenti hanno paura a raccontarti ciò che hanno fatto, invece è fondamentale che capiscano che in noi possono trovare qualcuno sempre pronto ad aiutarli”.

L’appuntamento è per martedì 19 novembre, dalle 20 alle 22, in via delle Fioraie 13 (Cittadella dell’artigianato). La partecipazione è gratuita, ma è obbligatoria la prenotazione, tramite l’evento Facebook (clicca qui) o sito web (clicca qui).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati