Famiglia

Dall’affido all’adozione: ora in Piemonte è possibile

Approvate nella seduta di oggi, venerdì, dalla giunta regionale le nuove linee in materia di affido familiare

Nuove linee in materia di affido familiare in Piemonte: la Giunta Chiamparino ha approvato oggi una delibera dell’assessore alle politiche sociali, Augusto Ferrari, che disciplina l’operato dei servizi alla luce della nuova legge sul diritto alla continuità affettiva dei bambini in affido familiare. Il provvedimento fornisce indicazioni operative sul percorso di accompagnamento offerto dai servizi al minore in affido. È frutto di un tavolo di lavoro durato un anno e mezzo che ha coinvolto tutti i soggetti interessati: Procura e Tribunale dei Minori, assessorato regionale alla Sanità, garante per l’infanzia e l’adolescenza, enti gestori, e terzo settore.
Fra i capisaldi della nuova legge, la possibilità di adozione da parte della famiglia affidataria, atto per il quale il Tribunale dei Minori deve tener conto del legame che si è creato. Sono tutelate le relazioni consolidatesi durante l’affidamento, nel caso in cui il bambino o ragazzo rientri nella famiglia di origine o venga dato a una nuova famiglia affidataria o adottiva. E ancora, è previsto l’ascolto del minore e l’ascolto obbligatorio degli affidatari da parte del giudice in tutti i procedimenti che riguardano i minori loro affidati, pena la nullità dell’intero iter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,