Eventi&Cultura

«La speranza è un antidoto contro le problematiche quotidiane»

Lo sostiene Luciano Chiesa, vice presidente dell'Associazione Dignità e Lavoro-Cecco Fornara che oggi a Borgomanero inaugura la quinta edizione del Festival della Dignità Umana e quest'anno ha come tema proprio la speranza di futuro

«La speranza è un antidoto naturale che aiuta ad alleviare le problematiche della vita quotidiana. È un elemento innato che aiuta a tenere a badale difficoltà, però non bisogna eccedere altrimenti si rischia di perdere il senso della realtà».

Ne è convinto Luciano Chiesa, vice presidente dell’Associazione Dignità e Lavoro-Cecco Fornara, realtà che da cinque anni promuove il Festival della Dignità Umana e quest’anno ha come tema proprio la speranza do futuro.

«Dopo la diversità, il lavoro e la dignità, la povertà, il dono e la gratuità – prosegue Chiesa – abbiamo deciso di concentrarci sul significato di speranza. Il format del festival è ormai collaudato grazie agli ospiti che ogni anno ci aiutano ad analizzare e approfondire i temi, ma siamo riusciti a coinvolgere più realtà su territorio: oltre a Borgomanero e Novara, anche Arona, Orta, Cureggio e Briga Novarese. Saranno coinvolti anche molti giovani com una sezione loro dedicata: un comitato formato dagli studenti dell’Itis di Borgomanero, dal liceo classico e linguistico Carlo Alberto e dal Convitto Carlo Alberto di Novara che ha condiviso numerose scelte del comitato organizzatore e che sarà parte attiva del festival gestendo l’accoglienza a ogni incontro e distribuendo questionari al pubblico presente. Tra le novità di quest’anno non bisogna dimenticare l’istituzione di una borsa lavoro per una persona con disabilità che sarà finanziata con il ricavato degli atti dell’edizione 2017 raccolti in un libro».

Il Festival della Dignità Umana 2018, dunque, si avvale di un comitato scientifico formato da Eugenio Borgna, Gianni Cerutti, Giulia Cogoli, Davide Maggi e Giannino Piana e viene realizzato grazie alla collaborazione con il Circolo dei Lettori di Novara, il CIESSETI di Novara e Vco e il Festival Torino Spiritualità.

Quindici gli appuntamenti in calendario. Il primo incontro è in programma per oggi, sabato 22 settembre, alle 16 al Chiostro Casa Madre Suore Rosminiane di Borgomanero con l’intervento del filosofo Salvatore Natoli dal titolo “Le ragioni della speranza”: «La speranza è un sentimento e come tale è labile – spiega Natoli -. Da un eccesso di speranza si può, infatti, cadere nella disperazione, tanto che al lessico corrente appartiene l’espressione “vane speranze”. Per evitare la delusione è, allora, necessario che la speranza venga motivata, bisogna che le vengano fornite ragioni. La speranza va coltivata e può esserlo solo se non è generica, ma se si eleggono mete a cui rimanere fedeli. Laboratorio d’una speranza non fallace è la perseveranza: infatti, solo se il sentire lo si trasforma in virtù può divenire un abito stabile del carattere».

Il festival proseguirà giovedì 27 settembre al Teatro Rosmini di Borgomanero, alle 21, con “Pacem in terris: costruiamo il futuro” una mediazione teatrale dell’attrice Lucilla Giagnoni sulla “Pacem in terris”, un percorso laico sulle radici del nostro presente, partendo dalle parole di Papa Roncalli.

Venerdì 28 settembre sono previsti due incontri. Il primo sarà a Novara, alle 21, nella Sala Casorati, con Paolo Benanti, frate francescano e studioso di etica delle tecnologie, che interverrà per analizzare il cambiamento prodotto dal mondo digitale sul contesto sociale; il secondo Torino, alle sempre alle 21, nella chiesa di San Giuseppe, e avrà come relatori Giannino Piana e Paolo Squizzato. La serata, organizzata in collaborazione con Torino Spiritualità, sarà dedicata a “La tentazione e il deserto”, dialogo sul simbolo per eccellenza del male metafisico, il diavolo.

Ultimo appuntamento della settimana quello di sabato 29 settembre alla Biblioteca Marazza di Borgomanero con Davide Maggi, docente dell’Università del Piemonte Orientale, dal titolo “Segnali di speranza nel mondo dell’economia”.

Il programma del festival è consultabile al sito https://www.festivaldignitaumana.com/programma-2018/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati