Economia Provincia
Sciopero cooperativa Flexa

Sciopero cooperativa Flexa: «A rischio 66 lavoratori»

L'attività dei dipendenti dello stabilimento di San Pietro Mosezzo consiste nel prelievo dei gadget dai resi delle riviste, rimaste invendute nelle edicole. Domani l'incontro fra le parti in Prefettura

Sciopero cooperativa Flexa: «A rischio 66 lavoratori». Da lunedì i dipendenti della sede di San Pietro Mosezzo incrociano le braccia e per domani (7 marzo) è in programma un incontro in Prefettura, con picchetto in piazza Matteotti, richiesto da Fit-Cisl e Uiltrasporti.

“La Cooperativa Flexa – dicono i sindacati – svolge attività presso il sito logistico di San Pietro Mosezzo di Ceva Logistics lavorando per la committente Press-Di, Società controllata dal Gruppo Mondadori, che ha recesso il contratto con Ceva Logistics affidando le attività ad altro fornitore di servizi logistici che dovrebbe trasferire le stesse nella provincia di Como”. L’attività dei dipendenti consiste nel prelievo dei gadget dai resi delle riviste, rimaste invendute nelle edicole.

 

“Siamo molto preoccupati per la ricaduta occupazionale, nel particolare per l’alta percentuale del personale femminile impiegato nel sito che, senza una prospettiva di continuità, difficilmente troverebbe altra occupazione – continuano i sindacati – Riteniamo inaccettabile che ancora, ai nostri giorni, si possa ricercare negli appalti della logistica sconti a favore delle committenti, raggiungibili tramite il mancato rispetto delle norme vigenti in tema di sicurezza sul lavoro, nuove assunzioni con salari di ingresso o dumping contrattuale con il ricorso a contratti di minor costo che non riconoscono l’attività merceologica svolta e tantomeno la professionalità o addirittura agendo illegalmente negli appalti e sub appalti come verificatosi a Stradella, nella città del libro nello scorso luglio, che ha coinvolto casualmente, anche in quell’occasione, la committente Mondadori”.

“A seguito delle notizie circolate a proposito del presunto disinteresse da parte di CEVA Logistics – spiega la società – per i lavoratori indiretti della Cooperativa Flexa, l’Azienda intende precisare che la decisione di affidare l’attività ad altri operatori e lo spostamento della sede di lavoro da San Pietro Mosezzo (Novara) a una in provincia di Como è legata ad una scelta di terze parti e non riconducibile a CEVA. Nell’ambito degli incontri ufficiali già previsti, L’Azienda auspica che vengano individuate soluzioni sostenibili”.

  1. Avatar
    GIORGIO

    Leggete sui principali quotidiani di ieri e oggi cosa succede nello stabilimento CEVA a Stradella,tanto per farsi un’idea di chi sono e di che cosa è il lavoro nella logistica, tanto invocata anche dalle nostre parti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,