Economia

Quattro aree per i mercatini della città

Trovato un accordo tra Comune e ambulanti per l'organizzazione delle bancarelle dal centro storico fino alle periferie

Quattro aree per i mercatini della città. La polemica era sorta la scorsa settimana quando la Confcommercio aveva diramato un comunicato stampa, a firma del presidente della Fiva, Diego Frigerio, che si dichiarava contrario a quanto era stato proposto dall’amministrazione comunale in tema di mercatini: «Le linee di indirizzo prevedono che nelle sei aree commerciali forti (Corso Risorgimento, Corso Milano, Corso Trieste, Corso XXIII Marzo, corso della Vittoria, corso Vercelli/Corso Torino/viale Roma/via Andrea Costa.) sia possibile organizzare due soli mercati all’anno. Se questa scelta è plausibile per le aree più esterne (quali Corso Milano, corso Trieste, ecc.), non possiamo assolutamente condividerla – commenta Diego Frigerio, presidente Fiva-Confocommercio – per l’ampio addensamento che comprende corso Vercelli/Corso Torino/viale Roma/via Andrea Costa».

 

 

Fino al 2018, infatti, non esistevano limiti di numero per l’organizzazione dei mercatini tanto che nel 2018 solo nel centro storico ce ne sono stati 14. Durante la commissione di ieri pomeriggio l’assessore al commercio Laura Bianchi ha presentato la bozza di delibera che sarà poi discussa in giunta e che, durante la seduta, è stata modificata con le integrazioni chieste dai consiglieri del Pd.

La città, dunque, è stata suddivisa in quattro aree: il centro storico con un massimo di 8 mercatini all’anno, l’area 2 ovvero il semicentro (viale Dante o via Andrea Costa), l’area 3 che include le vie principali come viale Roma, corso Torino, corso Risorgimento, corso Vercelli fino a largo Cantelli con 8 mercatini e una quarta area con tutte le zone periferiche senza limiti di numero.

In centro ciascuna associazione di categoria potrà organizzare un massimo di due appuntamenti all’anno e due otto date sono riservate agli ambulanti del mercato coperto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati