Economia
Cisl-Dussmann

Cisl-Dussmann: continua il botta e risposta

Il sindacato replica all'azienda che gestisce le mense scolastiche comunali: «Servizi garantiti durante l'astensione grazie a un accordo siglato sei giorni prima con la società»

Cisl-Dussmann: continua il botta e risposta fra le parti, dopo lo sciopero dello scorso 27 febbraio. “In merito alla nota di Dussmann sullo sciopero – scrive la Fisascat Cisl – che ci lascia abbastanza perplessi, dove la stessa dichiara di essersi prodigata nella giornata dello sciopero ad offrire una piena e corretta erogazione del servizio, vorremmo ricordare che in data 21 Febbraio 2019 l’azienda ha sottoscritto con la Cisl Fisascat, il sindacato della responsabilità, un verbale di accordo con il quale garantiva un addetta per plesso scolastico con la fornitura di pasti veicolati e/o freddi come previsto dal capitolato di appalto, onde consentire  la corretta esecuzione dello sciopero. Ci hanno invece segnalato che in alcune scuole, dove c’è stata adesione allo sciopero, il personale sarebbe stato sostituito da parte datoriale con più di una addetta (tra l’altro con livello superiore del personale normalmente in forza): se tutto ciò dovesse corrispondere a verità sarebbe molto grave poiché costituirebbe condotta antisindacale”.

“Inoltre alcune lavoratrici il giorno stesso dello sciopero hanno ricevuto dei telegrammi nei quali veniva intimato loro di presentarsi sul posto di lavoro – prosegue il sindacato – ricordiamo all’azienda che essendo stato siglato un accordo sei giorni prima dello sciopero, la stessa avrebbe dovuto esporre in tempi brevi i nominativi di chi avrebbe dovuto presentarsi sul posto di lavoro in adempimento all’accordo  del 21 febbraio 2019. Dussmann dichiara di aver fatto il possibile nelle sedi competenti affinché lo sciopero rientrasse, parallelamente querelando Rago e Trinchitella”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,