Economia
cento imprenditori

Cento imprenditori novaresi sperimentano il networking professionale

Al “Salotto di Bni Futura”: gruppo di professionisti che negli ultimi 12 mesi «ha prodotto più di 1.000 referenze, che hanno generato più di 2 milioni di fatturato e attivato collaborazioni quasi inattese fra soggetti con competenze molto differenti fra loro»

Un centinaio di imprenditori del territorio si sono dati appuntamento, giovedì 29 novembre alla Cavallotta, per “Il salotto di Bni Futura”: evento di networking professionale, promosso dal capitolo novarese dell’organizzazione internazionale per lo scambio di referenze professionali. Un’iniziativa che ha dato l’opportunità a tanti liberi professionisti di conoscersi e far conoscere le proprie attività in un clima informale.

“Bni Futura è nato a Novara quattro anni fa e oggi conta 32 liberi professionisti iscritti – spiega il presidente Mauro Loro Piana, rivenditore di prodotti per l’edilizia – che si incontrano una volta a settimana (ogni giovedì alle 7,15!) per stare insieme e fare business. Attività che prosegue anche al di là degli incontri istituzionali, grazie al referral marketing. Valori fondanti di Bni international sono infatti lo spirito di collaborazione, che grazie al metodo delle referenze va oltre il semplice passaparola, oltre che lavorare in modo etico”.

Grazie a questa ottica professionale negli ultimi 12 mesi Bni Futura ha prodotto più di 1.000 referenze, che hanno generato più di 2 milioni di fatturato fra i suoi iscritti. Inoltre sono nate alcune collaborazioni, che “senza questo metodo di lavoro non si sarebbero mai realizzate”, commentano i diretti interessati.

Qualche esempio: cosa c’entrano un geometra esperto di pratiche catastali e due consulenti di comunicazione visual e di contenuti? Grazie a una segnalazione-referenza del primo, Daniele Zanazzo, Elena Monfalcone ed Elena Ferrara hanno vinto due bandi e oggi collaborano alle attività di comunicazione e divulgazione degli scavi archeologici di Greggio e Biandrate.
Altro caso di successo, presentato nel corso della serata, è quello che vede coinvolti il falegname Fabio Multone, l’informatico Boris Bossi e il grafico pubblicitario Roberto Pollastro. Si sono incontrati in Bni e hanno dato vita alla start up Cubri, che sta iniziando a produrre device tecnologici ad alte prestazioni, inseriti in prestigiose soluzioni di design. Un’ulteriore testimonianza è arrivata dall’agente immobiliare Diego Mancin e dall’assicuratore Diego Sacco: hanno creato una partnership reciproca, fornendo tutele assicurative ai clienti che acquistano una casa e un filo diretto con il servizio di ricerca immobili su misura “Property finder” per chi accede ai servizi assicurativi.

L’evento è stato condotto dal director di Bni Futura Fabrizio Dragoni, con la partecipazione di Silvana Rufo e Giuseppe Anzaldi, rispettivamente Executive director e Area director di Bni Piemonte Nord. Ciascun ospite ha avuto la possibilità di presentarsi alla platea e di far conoscere la propria attività, per poi partecipare a un aperitivo dove l’interrelazione fra imprenditori del territorio è proseguita in modo più diretto e informale. Di seguito la fotogallery della serata

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,