Economia

Anche un’azienda novarese premiata agli Oscar Green 2019

E’ la Cascina Fornace di Vespolate di Luca Rizzotti per «aver saputo unire alla tradizione l’innovazione valorizzando la produzione, riscoprendo varietà antiche, introducendo nuove tecnologie e recuperandone di ‘vecchie’»

Anche un’azienda novarese premiata agli Oscar Green 2019. E’ la Cascina Fornace di Vespolate di Luca Rizzotti per «aver saputo unire alla tradizione  l’innovazione valorizzando la produzione, riscoprendo varietà antiche, introducendo nuove   tecnologie e recuperandone di ‘vecchie’».

Gli Oscar Green piemontesi, tenutisi ai Giardini Reali a Torino e giunti alla 13a edizione, hanno fatto salire sul podio nove aziende piemontesi. Tra queste anche un’azienda novarese, quella di Luca Rizzotti dell’Azienda agricola Cascina Fornace di Vespolate per aver saputo unire alla   tradizione l’innovazione valorizzando la produzione, riscoprendo varietà antiche, introducendo nuove tecnologie e recuperandone di ‘vecchie’.

 

 

Luca, 30 anni, ha proseguito la tradizione famigliare, che conta ben 8 generazioni di agricoltori dedicati alla produzione del riso, ma ha portato diverse novità. In campo ha recuperato insieme ad altri risicoltori della bassa novarese alcune varietà particolari come la Razza 7. Luca, con il padre Fabrizio, è uno dei pochi agricoltori che realizza tutto il processo produttivo del riso, coltivandolo, lavorandolo e vendendolo poi al dettaglio al punto vendita di Campagna Amica e ai mercati. Nella riseria ha recuperato l’uso di sbiancatrici a pietra degli anni ’30, che permettono di pulire il riso solo tramite azioni meccaniche, non ‘stressando’ il chicco permettendogli di cuocere in maniera più uniforme; e un lettore ottico molto sensibile che permette di rimuovere i chicchi di seconda scelta anche dal riso integrale, riducendo nettamente gli sprechi.

«I miei complimenti a Luca per questo premio – spiega Sara Baudo, presidente di Coldiretti Novara-Vco presente alla consegna – che ha riconosciuto l’importanza di innovare anche in un settore come quello risicolo. Gli Oscar Green sono un ottimo riconoscimento per i nostri giovani agricoltori che si sono impegnati nelle loro aziende a portare idee sempre nuove per coniugare tradizione, tutela del territorio, difesa dai mutamenti del clima e richieste del mercato. La finale regionale Oscar Green è sempre un grande momento di confronto proficuo in cui si respira aria positiva. I giovani premiati oggi confermano di avere ancora ottimismo e spirito imprenditoriale. Auspichiamo che resti alta l’attenzione al mondo agricolo giovanile, anche concretamente con i contributi del Programma di Sviluppo Rurale, che sono fondamentali per dare concretezza alle idee ed attivare, quindi, progetti che possano dare impulso all’economia piemontese».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,