Economia, Impresa & Lavoro

I “segnavia” per il futuro di Confcommercio

Parte il 18 maggio un ciclo di incontri promossi dall'associazione dei commercianti con l'obiettivo di offrire riflessioni "alte" sul mondo in transizione

Sei incontri tra maggio e dicembre, in una “location” raffinata come la Sala del Compasso sulla Cupola di San Gaudenzio; un panel di relatori di tutto rispetto; un progetto molto ambizioso, che il presidente di Ascom Maurizio Grifoni riassume così: «accompagnare le imprese dentro la transizione verso il futuro, offrendo un punto di vista inedito sull’incontro tra i quotidiano e le innovazioni che sono entrate o entreranno nella nostra vita».

Si chiama #dialoghisulfuturo (con l’hashtag, un po’ perchè si usa, un po’ perchè è simbolo di modernità) l’iniziativa presentata questo martedì e che prenderà il via il prossimo 18 maggio con una prima serata dedicata alle nuove frontiere della finanza dal bitcoin alle monete complementari. Seguiranno altre cinque serate: “Città, commercio e innovazione nei centri storici delle smart city”, “Il retail tra ecommerce, intelligenza artificale e abitudini di consumo”, “Turismo, evoluzione e tendenze”, “Core Value: la trasmissione dei valori nell’era digitale per una nuova coscienza universale” e infine “Il futuro nell’epoca della digital transformation”.

Ricchissimo l’elenco dei relatori, economisti, filosofi, urbanisti, tecnologi, tra cui spiccano per notorietà il vescovo di Novara monsignor Franco Giulio Brambilla e Davide Csaleggio.

«Non ci interessa – hanno ribadito Grifoni e il presidente dei giovani di Confcommercio, Andrea Carson – fare propaganda alla nostra organizzazione, magari per raccogliere qualche iscrizione in più. Vogliamo al contrario dare un contributo utile alle imprese, ma che possa essere apprezzato da tutti.

Si comincia, come detto, il 18 maggio alle 16,30 con una serata dedicata al mondo dell’innovazione finanziaria. Interverranno il divulgatore Alex Ricchebuono, Domenico Deangelis, condifettore di Banco BPM, l’economista dell’UPO Vincenzo Capizzi, l’amministratore delegato di Nexi Paolo Bortoluzzo, Chiara Mura del circuito di credito Sardex e Emilio Billi, fondatore di A3 Cube.

Al termine di ogni incontro ai partecipanti sarà offerto un aperitivo presso Casa Bossi e poranno usufurire di una visita guidata speciale alla costruzione antonelliana.

La partecipazione è libera. È gradita la prenotazione all’indirizzo mail altopiemonte@confcommercio.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Consigliati