Culture Fatti & persone

I venerdì dell’arte novarese si spostano in Curia

Oggi inaugurazione della mostra "Avori rari" nella Sala della Maddalena

Il terzo appuntamento con “I venerdì dell’arte novarese” si sposta in Curia. Oggi alle 17,30, infatti, la Sala della Maddalena del palazzo dei Vescovi ospiterà l’inaugurazione della mostra “Avori rari” promossa dall’Ufficio per i beni culturali ecclesiastici della diocesi di Novara e curata da Simona Gavinelli, docente all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Per la prima volta i Dittici Eburnei, recanti la cronotassi degli antichi vescovi novaresi, della Cattedrale e di San Gaudenzio, saranno esposti insieme. <Uno è di proprietà della Basilica – spiega Paolo Mira, direttore dell’ufficio diocesano per i beni culturali ecclesiastici – e viene esposto ogni anno in occasione delle festività del santo patrono, l’altro appartiene al Capitolo della Cattedrale ed è conservato nei musei della Canonica. Si tratta di due pezzi risalenti al IV e V secolo, quindi di epoca romana, ed è interessante sapere che come il vescovo Carlo Bascapè li avesse già citati nel nella sua “Novara sacra”. Oltre ai dittici saranno esposti anche alcuni codici di epoca carolingia  che contengono la vita dei primi vescovi novaresi, normalmente conservati nell’Archivio Storico Diocesano, nella Biblioteca del Capitolo della Cattedrale e nell’Archivio parrocchiale di Intra>.

curia novara mostra dittici eburnei
L’allestimento della mostra

«I dittici sono preziose tavolette in avorio lavorato – spiega Gavinelli -. In epoca romana erano doni celebrativi di unioni matrimoniali e di nomine consolari. Con il Cristianesimo gli originali dittici imperiali vennero riadattati come legature di evangeliari, o come contenitori dove i testi preesistenti venivano sostituiti con preghiere, immagini devozionali o liste episcopali che legittimassero la continuità della Chiesa locale. E’ quello che accadde a Novara per i due dittici della Cattedrale e della Basilica di San Gaudenzio». L’evento sarà anche l’occasione per visitare alcune sale del palazzo dei vescovi, normalmente chiuse al pubblico. La mostra sarà visitabile dal 21 ottobre al 20 dicembre il sabato e la domenica dalle 14.30 alle 18, con possibilità di visite fuori orario prenotando allo 0321 661654.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Sempre più Fairtrade

Sempre più Fairtrade

Roma, 31 mag. (AdnKronos) – Sempre più commercio equo: nel 2017 i consumatori italiani hanno speso 130 milioni di euro