Culture Pagine

Luciana Littizzetto: «Non chiudete le case famiglia»

Ieri sera al Broletto la comica torinese ha incontrato oltre quattrocento persone accompagnata dallo scrittore Luca Bianchini

«Non chiudete le case famiglia». Tante risate, aneddoti spassosissimi, ma anche uno sguardo al sociale su un tema delicato come quello degli affidi e delle adozioni. Ieri sera al Broletto l’incontro promosso dal Circolo dei Lettori con Luciana Littizzetto ha raccolto oltre quattrocento persone, tra chi è riuscito a conquistarsi una sedia all’Arengo e chi ha seguito dal megaschermo allestito nel sottoportico.

«Io ho due ragazzi in affido – ha raccontato – ormai sono grandi, hanno 21 e 24 anni, sono con me da quando ne avevano 9 e 12; arrivano da una casa famiglia e risparmiare in questo settore (riferendosi ai provvedimenti passati del sindaco di Roma ndr.) è una boiata. Chi deve prendere decisioni, prima dovrebbe studiare e informarsi».

E dopo aver definito l’Arengo «un posto pazzesco» e il centro di Novara «molto carino, peccato per il Duomo chiuso» Littizzetto, con il suo linguaggio tipico e un fraseggio esilarante, ha raccontato di episodi divertentissimi della sua vita o di persone a lei vicine come il bisnonno materno «a cui piaceva prendere la scossa ed è morto fulminato», «Marzullo che ama farsi fare la piega con i boccoli prima di andare in trasmissione e rimane ore in sala trucco con i bigodini in testa», o di «mio figlio che, quando andava alle elementari, ritagliava le pagine dal diario e vendeva i miei autografi»

Il merito della buona riuscita della serata è andato anche a Luca Bianchini, lo scrittore e conduttore radiofonico che aveva già fatto tappa a Novara con i suoi libri, e che ieri sera ha dialogato con Littizzetto conquistandosi unno scroscio di applausi.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati