Culture Fatti & persone
Auschwitz

Quando la Memoria passa per il campo da calcio

“Dallo stadio ad Auschwitz” è il tema dell'incontro di oggi in biblioteca per ricordare la figura di Arpád Weisz, l'allenatore del Novara ucciso in una camera a gas

Anche la Biblioteca Negroni scende in campo, c’è proprio da dirlo, per ricordare Arpád Weisz, l’allenatore ebreo ungherese dell’Inter, del Bologna, del Bari ma anche del Novara, deportato in seguito alle leggi razziali e ucciso ad Auschwitz in una camera a gas. Lo stesso allenatore a cui è dedicata una curva dello stadio di Bologna, quella riservata alla tifoseria ospite, che avrebbe dovuto contenere gli “Irriducibili”, la sezione più radicale degli ultras della Lazio, in trasferta proprio a Bologna ieri sera, balzati agli onori, o meglio ai disonori della cronaca, per aver fatto circolare nei giorni scorsi alcune figurine di Anna Frank che indossava la maglia giallorossa della Roma.

arpad weisz
Arpad Weisz

Sarà, dunque, oggi che Arpád Weisz verrà ricordato nell’incontro lle 18 a Palazzo Vochieri, nell’ambito dei Giovedì Letterari in biblioteca,  in una conferenza sul tema “Dallo stadio ad Auschwitz” a cura di Giovanni Cerutti, direttore scientifico dell’Istituto Storico della Resistenza Piero Fornara. Sarà anche l’occasione per ricordare le vittime della strage fascista avvenuta nell’ottobre del 1944 e presentare il progetto “Promemoria Auschwitz 2018”, promosso da SerMais, e con la possibilità di vedere il video  “L’allenatore in campo”,  un brano rap per ricordare proprio Weisz. Al termine dell’incontro,  sarà possibile partecipare a una passeggiata nei luoghi della memoria e della Resistenza, un tour storico nel centro della città alla scoperta di luoghi, monumenti e storie che nascondono legami con il periodo fascista e con la lotta di Resistenza, con una successiva cena al Circolo XXV Aprile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,