Culture Fatti & persone

La Battaglia di Novara fa il giro del mondo

Il gioco in scatola ideato dal cartografo torinese Sergio Schiavi ha superato di gran lunga l'obiettivo della campagna di crowdfunding raggiungendo il 110% di quanto richiesto dalla piattaforma Kickstarter

Il gioco in scatola sulla Battaglia di Novara diventa internazionale. Il wargame Radetzky’s March, ideato da Sergio Schiavi, cartografo torinese che ha dato vita a un vero e proprio gioco da tavola tradizionale, ha superato di gran lunga l’obiettivo della campagna di crowdfunding raggiungendo il 110% di quanto richiesto da Kickstarter, la piattaforma sulla quale il gioco è disponibile.

A oggi le copie prenotate sono 319 per un totale di 258 sostenitori, dei quali 101 sono italiani. Gli altri provengono davvero da tutto il mondo: 73 americani, 20 dal Regno Unito, 9 francesi, 9 spagnoli, 7 canadesi, 6 tedeschi, 5 australiani, 4 austriaci, 3 cechi e poi altri da Finlandia, Russia, Malta, Giappone, Israele, Hong Kong, Ungheria, Porto Rico, Svezia, Olanda, Svizzera, Belgio, Irlanda, Danimarca.

«La maggior parte dei backers – spiega Schiavi –  ha finanziato altri progetti sulla piattaforma. Però, in questo progetto, 69 backers sono nuovi, ovvero alla loro prima esperienza di crowdfunding ed un numero davvero elevatissimo. Il gioco sarà disponibile a luglio, in italiano e in inglese, ma alcuni backers, in modo del tutto volontario, lo stanno traducendo in tedesco e in francese».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,