Culture Giovani

In 46 alla volta dei campi di concentramento

Sono partiti ieri mattina i ragazzi che partecipano al progetto Promemoria Auschwitz e che avranno la possibilità di visitare il ghetto ebraico di Cracovia, i campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau e la fabbrica di Oscar Schindler

In 46 alla volta dei campi di concentramento. Sono partiti ieri mattina i 46 ragazzi di Novara e provincia, 800 da tutta Italia, alla volta dei luoghi simbolo delle stragi naziste. Sono gli studenti, e non solo, che partecipano al progetto Promemoria Auschwitz promosso dall’associazione SerMais in collaborazione con il Comune e la Regione, l’associazione Deina Torino, l’Istituto Storico della Resistenza, La Fondazione Bpn, Novamont e con il patrocinio del Senato della Repubblica.

Un’esperienza formativa che permetterà ai partecipanti di visitare il ghetto ebraico di Cracovia, i campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau e la fabbrica di Oscar Schindler.

A salutare i ragazzi poco prima della partenza, anche il consigliere regionale Domenico Rossi: «Non ho voluto mancare, insieme a Novara Calcio 1908, Fondazione Banco Popolare, Istituto storico della Resistenza, Novamont e Sermais. Società Civile Responsabile, alla partenza dei ragazzi di Promemoria Auschwitz. Con loro ho ricordato la profonda esperienza vissuta lo scorso anno nel gelo del campo di concentramento sottolineando che la memoria non serve per guardarci indietro bensì per volgere lo sguardo in avanti. Il tema della disumanizzazione, della ricerca di un capro espiatorio e del conflitto come soluzione dei problemi è, infatti, maledettamente attuale. Il viaggio nei luoghi del dramma dell’olocausto richiama ciascuno di noi alla responsabilità di non dimenticare affinché la storia non si ripeta».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati