Culture Fatti & persone

Dal Battistero al Castello, il Fai “esplora” le bellezze di Novara

Domenica torna la "Giornata d'autunno", che punta a 6000 partecipanti. Ingresso a prezzo scontato alla mostra di Sgarbi

Sono tre i siti individuati in città che, domenica 15 ottobre, saranno i protagonisti della Giornata Fai d’Autunno: il castello visconteo, il battistero paleocristiano e le mura romane. “Per l’occasione – spiega Matteo Caporusso responsabile FAI Giovani – Novara – abbiamo pensato di proporre un percorso nel tempo a ritroso, dal medioevo all’epoca romana, in perfetta sintonia con il titolo della giornata ‘In viaggio nel tempo: Novara dagli Sforza a Giulio Cesare’. Lo scorso anno a Galliate abbiamo raggiunto circa 4.500 persone, quest’anno a Novara ci auguriamo di arrivare almeno a 6.000”.
L’iniziativa, promossa a livello nazionale, vedrà impegnati 3.500 volontari che faranno da guida in oltre 600 luoghi normalmente inaccessibili o poco valorizzati.
Per la visita dei tre siti viene richiesto un contributo di 5 euro a persona; i soci Fai potranno accedere da una corsia preferenziale. Sarà possibile, durante la giornata, iscriversi all’associazione a un costo agevolato nell’ambito della campagna raccolta fondi, valida per tutto il mese di ottobre, “Ricordiamoci di salvare l’Italia”. I percorsi saranno disponibili dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.
In occasione della Giornata Fai sarà possibile, per gli aderenti all’iniziativa, visitare la mostra allestita al catello “Dal Rinascimento al Neoclassico – Le stanze segrete di Vittorio Sgarbi” al costo agevolato di 3 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati