Culture Pagine

A Novara Massimo Vacchetta, l’uomo che cura i ricci

Il veterinario, autore del del bestseller "25 grammi di felicità" e del recente "Cuore di Riccio" incontrerà il pubblico mercoledì 3 aprile nel foyer del Teatro Coccia

Il foyer del Teatro Coccia diventa luogo di incontro e di racconto. Mercoledì 3 aprile alle 18 è, infatti, in programma un appuntamento che parla di felicità. Protagonista sarà Massimo Vacchetta, veterinario, autore del bestseller “25 grammi di felicità” e del recente “Cuore di Riccio“.

Per l’occasione il veterinario, fondatore del Centro Recupero Ricci “La Ninna”, racconterà storie di amore e compassione verso creature che hanno portato la felicità nella sua vita”. Accompagnato da video proiezioni e testimoniando egli stesso il suo percorso, Massimo Vacchetta narrerà di Lisa, vispi occhi scuri, un corpo snello e un bel musetto appuntito, e di Musetta, Ditina e de La Ninna, che ha dato nome anche al suo centro di recupero e di tanti altri piccoli ricci in difficoltà. Nelle lunghe ore per accudirli, nelle veglie dopo l’ennesima crisi, i riccetti gli insegnano la pazienza, l’empatia e la dolcezza racchiusa nei piccoli gesti. Una lezione che si rivelerà preziosissima e dimostrerà che gli animali, nella loro semplicità, hanno una visione più immediata e pulita e possono aiutare a riscoprire la vita nella sua essenza.

L’incontro, a ingresso gratuito, è realizzato in collaborazione con il Circolo dei Lettori. Introduzione di Corinne Baroni, direttore del Teatro Coccia, e dalla dottoressa Raffaella Garone.

  1. Avatar
    Valentina Antonazzo

    Proprio ieri sono stata ad un incontro con un veterinario, professore all’università di veterinaria di Torino, stimatissimo in tutta Italia, che si occupa da anni di animali non convenzionali (selvatici) e ha detto che quello che fa il dottor Massimo Vacchetta è assolutamente illegale.
    Forse non tutti lo sanno.
    Io mi limito a porre attenzione sull’argomento che magari è poco conosciuto e ad invitare coloro che sponsorizzano questa giornata a documentarsi.
    Essendo stata spettatrice e non professionista nel campo non posso sostituirmi ad un veterinario ma nuovamente ad invitare ad una maggiore informazione.
    Mi auguro che le persone competenti possano approfondire ciò da me scritto.
    Cordiali saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,