Cronaca Taccuino del cronista

Violenza sessuale: cavallerizza aggredita e palpeggiata dallo stalliere

La giovane donna è riuscita a liberarsi e a chiedere aiuto ai carabinieri

Ha approfittato del fatto che fosse sola nel cortile davanti alle scuderie, per bloccarla, saltarle addosso e metterle le mani ovunque. La squallida vicenda si è consumata nella mattinata di domenica 28 gennaio, in un maneggio della provincia di Novara. La giovane cavallerizza è riuscita a liberarsi dalla presa dello stalliere, a fuggire e a chiedere aiuto ai carabinieri.
Al momento dell’aggressione la donna era intenta a sellare il cavallo per l’allenamento. Lo stalliere, un uomo di 54 anni originario del Marocco, l’ha raggiunta da dietro e l’ha afferrata, palpeggiandola in diverse parti del corpo. Modalità che l’autorità giudiziaria ha ritenuto tale da configurare il reato di violenza sessuale. I carabinieri lo hanno arrestato e condotto in carcere. Questa mattina, dopo l’interrogatorio di convalida, allo stalliere sono stati concessi gli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

Sponsorizzato

La pubblicità su La Voce? PIù spendi più guadagni

La pubblicità su La Voce? Più spendi più guadagni

Lo sapevi che più pubblicità fai sul nostro quotidiano on line e sul nostro free press più guardagni? Da quest’anno, infatti, è stato approvato il cosiddetto Bonus Pubblicità che permette alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli enti non commerciali di usufrire di un credito d’imposta in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa. L’ammontare del beneficio Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati e, addirittura, del 90% nel caso si tratti di microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative.