Cronaca In città

Vignale: hanno vinto i “partigiani del marciapiede”

Dopo una disputa decennale stanno per partire i lavori di sistemazione del passaggio pedonale con l'abbattimento di dieci alberi

La “battaglia di Vignale”, quella ormai decennale tra i difensori del filare di “Celtis Australis” che punteggia il tratto di corso Risorgimento di fronte alla chiesa parrocchiale e coloro che invece chiedono a gran voce il rifacimento del marciapiede devastato dall’abnorme crescita delle radici delle stesse piante, è finita.
Hanno vinto i “partigiani del maciapiede”.
A partire dal prossimo lunedì la ditta incaricata dal Comune abbatterà gli alberi per consentire una definitiva sistemazione del passaggio pedonale. Lo hanno confermato oggi pomeriggio gli assessori alla mobilità Moscatelli e ai lavori pubblici Bezzi, parlando ai giornalisti.

Per gli alberi non c’è scampo. “Abbiamo provato ogni strada possibile – spiegano i tecnici del servizio comunale verde pubblico – compresa quella del trapianto dei singoli alberi e della ripiantumazione in altra zona, ma questa operazione non è tecnicamente realizzabile”.
D’altro canto la situazione di conflitto tra le piante (che popolarmente e non a caso sono conosciute come “spaccasassi”) e il marciapiede è nota da tempo, e già nel 2012 l’amministrazione precedente aveva avviato inserito nel piano delle opere pubbliche questo intervento non più rinviabile.
“Rifaremo completamente – hanno spiegato le assessore – i marciapiedi esistenti , anche con il prolungamento della pista ciclabile, e realizzeremo il tratto mancante del marciapiede sul lato opposto. A sostituire le dieci piante abbattute ne verranno piantumate quindici, più altre venti lungo il viale, nel parco do via Boves e nel piazzale del capolinea del’autobus”.
Centoventi giorni il tempo previsto per i lavori. Per l’asfaltatura defintiva si aspetterà la primavera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Sempre più Fairtrade

Sempre più Fairtrade

Roma, 31 mag. (AdnKronos) – Sempre più commercio equo: nel 2017 i consumatori italiani hanno speso 130 milioni di euro