Cronaca In provincia

Vigili del fuoco sabato in sciopero

Protestano per il mancato mantenimento delle promesse da parte del governo. Interessate anche le sedi novaresi. Garantiti comunque o servizi essenziali

Sabato protesta dei Vigili del Fuoco, con quattro ore di sciopero nazionale, dalle 9:30 alle 13:30, in tutta Italia. A renderlo noto è Alessandro Basile, Segretario Provinciale del Conapo di Novara (Sindacato autonomo dei Vigili del fuoco) .

«Ci eravamo illusi – spiega Basile –  che il Governo ‘del cambiamento’ avesse mantenuto anche le promesse fatte ai vigili del fuoco, per i quali, nel contratto di governo si era espressamente impegnato all’adeguamento delle retribuzioni ai livelli previsti per le forze dell’ordine. Purtroppo nelle anticipazioni e nelle bozze che circolano in rete non c’è traccia di tutto questo. E non ci sono le risorse nemmeno per un ipotetico primo step di aumenti relativo al primo anno della legislatura.. Per questo scopo non c’è nemmeno un centesimo».

I Vigili del Fuoco di Novara, insieme ai colleghi di tutta Italia, invieranno al Governo il segnale del loro malessere e le richieste che riguardano gli aumenti economici con l’inserimento dei Vigili del fuoco nel Comparto Sicurezza oltre alle contropartite economiche per il personale che svolge funzioni operative. Sul tavolo anche il tea del riordino delle carriere.

«In definitiva – ribadisce il Sindacato – non serve elogiare i Vigili del Fuoco quando succedono disastri, calamità o cadono i ponti, serve solo mantenere almeno le promesse»

Il Conapo fa sapere che lo sciopero è nazionale ed interesserà tutte le sedi del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, comprese le sedi aeroportuali e coinvolgerà tutto il personale dipendente, escluse le regioni Valle d’Aosta e Trentino Alto Adige che dispongono di corpi regionali e provinciali dei Vigili del Fuoco.

Per quanto riguarda la Provincia di Novara saranno interessate dallo sciopero la sede centrale di via Pietro Generali e le sedi distaccate di Borgomanero e Arona.

Durante lo sciopero saranno comunque garantiti tutti i servizi di soccorso pubblico alla popolazione, i servizi pubblici essenziali ed i servizi di trasporto aereo, come previsto dalle norme che regolamentano gli scioperi di settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati