Cronaca Taccuino del cronista

Valentina Mora “tradita” dalla passione per la montagna

La giovane alpinista di San Maurizio d'Opaglio è deceduta precipitando dalle rocce che portano al Pizzo Andolla in Valle Antrona

Valentina Mora “tradita” dalla passione per la montagna. La giovane alpinista di San Maurizio d’Opaglio è deceduta precipitando dalle rocce che portano al Pizzo Andolla a 3.654 metri in Valle Antrona al confine tra Italia e Svizzera.

La tragedia si è verificata nella giornata di sabato 3 agosto dopo che, in mattinata, era partita verso la cima dell’Andolla; da lì sarebbe dovuta ridiscendere dal versante svizzero, ma in serata è scattato l’allarme dal rifugio nel quale avrebbe dovuto fare ritorno.

Le ricerche del Soccorso Alpino e della Guardia di Finanza sono proseguite per tutta la mattinata di domenica fino alla tragica scoperta: il ritrovamento del corpo senza vita di Valentina in un canalone che sale sulla cresta della montagna. La salma dell’alpinista è stata recuperata con l’elicottero e trasportata all’obitorio di Domodossola.

 

 

Nonostante la giovane età, Valentina era una grande esperta di montagna e amava, in modo particolare, le arrampicate in solitaria. Non aveva un suo blog, ma il suo profilo Facebook era diventato il suo suo diario di montagna sul quale pubblicava ogni missione compiuta durante le sue arrampicate.

Tra gli autori del sito altitudini.it, Valentina si presentava così: «Vivo a San Maurizio d’Opaglio. Amo da sempre la montagna, ma solo recentemente la passione per l’arrampicata mi ha portata ad avvicinarmi all’alpinismo; alpinismo che spesso pratico in solitaria e “all’antica” raggiungendo qualunque vetta senza l’ausilio delle funivie. Il mio è un principio di rispetto verso il paesaggio montano, sempre più “contaminato” dagli impianti».

A San Maurizio d’Opaglio lascia il papà Edoardo, la mamma Maria e la sorella Giulia.

  1. Avatar
    francesca

    la Dove le rocce si confondono con le nuvole
    vola un angelo. Vola angelo vola vola sopra le tue montagne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati