Cronaca Taccuino del cronista
usava il contrassegno

Usava il contrassegno del padre per la sosta davanti all’ospedale

Smascherata dalla polizia locale: il titolare del permesso ha bisogno di assistenza continua e quel giorno non era mai uscito di casa

Usava il contrassegno per disabili del padre, ormai infermo, per posteggiare gratuitamente davanti all’ospedale. La figlia è stata smascherata dalla polizia locale, che nei giorni scorsi ha svolto una serie di controlli mirati.

L’auto era posteggiata in largo Bellini. “A seguito di controlli è risultato che l’auto fosse di proprietà della figlia del titolare del permesso – spiega una nota del Comune di Novara – Sul parabrezza del medesimo veicolo era inoltre esposto un adesivo riportante il logo di un Collegio professionale della provincia di Novara: un’ulteriore verifica presso il luogo di residenza dell’avente titolo ha permesso di stabilire non solo che la persona in questione è affetta da patologia che richiede assistenza, ma anche di accertare che quella mattina non fosse mai uscita di casa”. Oltre a emettere la multa, gli agenti hanno segnalato la vicenda alla Procura. I controlli svolti nei giorni scorsi hanno portato a un totale di 11 sanzioni.

  1. Avatar
    Giorgio Albertinale

    Encomiabile iniziativa;perché non estendere i controlli anche sulle aree di parcheggio sotto le abitazioni private e i permessi di accesso e sosta nelle ztl della città?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,