Cronaca In Piemonte

Undici milioni di euro dalla Regione per innovare il sistema di welfare

I nuovi bandi, che disegnano una strategia unica nel suo genere in Italia, sono stati presentati questi mattina a Novara dall'assessore Augusto Ferrari

Sono aperti fino a dicembre-gennaio i quattro bandi del piano strategico regionale per l’innovazione sociale We.Ca.re, che prevedono in Piemonte finanziamenti regionali ed europei per 11 milioni di euro.

Dopo le anticipazioni per la stampa dello scorso venerdì, i bandi sono stati presentati questa mattina a  Novara, presso l’Università del Piemonte Orientale, dall’assessore regionale alle politiche sociali Augusto Ferrari.

«Si tratta – ha spiegato l’assessore che a Novara ha incontrato i rappresentanti di enti, organizzazioni del terzo settore, amministrazioni locali ed altri soggetti interessati –  di un piano integrato, unico nel suo genere in Italia, che nei mesi scorsi abbiamo presentato come modello a Roma e a Milano».

I quattro bandi sono aperti agli enti pubblici, agli enti del terzo settore e alle imprese, e mirano a migliorare le governance locali, promuovere il welfare sociale e la sussidiarietà circolare tra cittadini e operatori. I quattro ambiti sono: Progetti di innovazione sociale del terzo settore, Animazione e comunicazione istituzionale sulla cultura di welfare aziendale, Disseminazione e diffusione del welfare aziendale tramite enti aggregatori, Rafforzamento di attività imprenditoriali che producono effetti socialmente desiderabili.

La strategia nasce dalla convinzione che sia necessario e indispensabile un cambio di paradigma che concepisca il welfare come ambito di sviluppo e crescita in grado di concorrere al pari di altri asset territoriali a determinare i fattori di sviluppo del territorio, anziché relegare le politiche sociali quale ambito deputato all’assistenza per alleviare i problemi sociali.
La sfida della strategia WECARE, operando su un piano regionale di politiche integrate e coinvolgendo tutti gli attori pubblici e privati, è quella di coniugare politiche sociali, politiche del lavoro e sviluppo economico, pensando alla coesione sociale come grande occasione di sviluppo territoriale ed alla crescita come una sfida da realizzare attraverso la riduzione delle diseguaglianze sociali.

A questa nuova tranche di bandi vanno aggiunti i 22 progetti del piano We.Ca.Re partiti a gennaio 2018, finanziati con altri 6,4 milioni e che partiranno a dicembre. In tutto sono 20 milioni di euro che potranno  stimolare un  cambiamento di paradigma del welfare nella direzione dell’innovazione.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati