Cronaca In città

«Troppo pochi i magistrati in servizio al tribunale di Novara»

Lo dice il Consiglio giudiziario, che di recente ha svolto un'ispezione a Palazzo Fossati, rilevando «inadeguatezza dell'organico di diritto rispetto alla qualità e quantità degli affari trattati». Ordine degli avvocati e Camera penale hanno presentato ricorso al Tar contro il decreto ministeriale di revisione delle piante organiche, che fissa i magistrati a quota 18

«Troppo pochi i magistrati in servizio al tribunale di Novara». Lo dice il Consiglio giudiziario presso la Corte di Appello di Torino presso il Tribunale di Novara, che di recente ha svolto un’ispezione a Palazzo Fossati, rilevando «inadeguatezza dell’organico di diritto rispetto alla qualità e quantità degli affari trattati presso il Tribunale di Novara, bacino economico significativo, circondario sicuramente popoloso, seconda città del Piemonte e zona urbana prossima all’area milanese». Considerazioni in seguito alle quali il Consiglio ha segnalato «al Ministero della Giustizia la necessità di provvedere all’aumento dell’organico del tribunale di Novara e, in ogni caso, al Csm di assicurare la costante copertura, per quanto possibile dell’organico del Tribunale di Novara».

Un tema su cui si battono da anni gli avvocati novaresi, che da tempo segnalano carenze nell’organico e conseguenti rallentamenti dei processi. Anche senza nascondere trasferimenti ciclici. Sembra infatti che Novara sia una meta poco ambita, proprio a causa della mole di arretrati venutasi a creare nel tempo, soprattutto nella sezione civile.

Al momento sono 18 i magistrati in servizio: un numero sufficiente secondo il decreto ministeriale di revisione delle piante organiche dei tribunali italiani. Contro il provvedimento il Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Novara e la Camera penale hanno presentato un ricorso al Tar, ritenendo che, proprio utilizzando i criteri del decreto, Novara dovrebbe avere fra i 22 e i 25 magistrati. La discussione del ricorso è prevista per il prossimo 7 novembre.

Sul tema è intervenuto il senatore Gaetano Nastri (FdI), che invita i colleghi parlamentari novaresi a fare squadra: «Appoggerò ogni iniziativa affinché l’organico del Tribunale di Novara torni a essere adeguato. Mi pare evidente che il problema sussiste ed è grave – aggiunge – e non lo dicono solo gli avvocati novaresi ma anche il Consiglio giudiziario presso la Corte di Appello di Torino che, al termine di un’ispezione, ha giudicato “inadeguato” l’organico del Tribunale novarese. Senza attendere la decisione del Tar, cui si sono rivolti Ordine e Camera penale, credo che tutti i parlamentari novaresi debbano fare squadra affinché quello che è il Tribunale della seconda città del Piemonte abbia un organico sufficiente a funzionare come deve. Io farò la mia parte, presenterò un’interrogazione parlamentare e spero che i colleghi mi seguano».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati