Cronaca Taccuino del cronista

Trans aggredisce due agenti intervenuti per sedare una lite

Era arrivato a casa di una donna con l'ex compagno ed era nata una violenta discussione. Il brasiliano ha preso a calci e pugni i due poliziotti: è stato condotto in carcere su disposizione del gip

I poliziotti intervengono per sedare una lite in casa e vengono aggrediti a calci e pugni. A sferrarli è stato un transessuale brasiliano, sotto l’effetto dell’alcol, che si era più volte rifiutato di fornire i documenti. L’episodio è avvenuto nella serata di lunedì 11 giugno in un appartamento a Novara. La padrona di casa aveva chiesto aiuto alla polizia in seguito a una violenta lite con l’ex compagno, che si era presentato con il trans. L’ex compagno della donna era solito consentire al brasiliano di frequentare la loro abitazione contro la sua volontà. All’ennesimo rifiuto della donna si era scatenata la violenta lite, che aveva indotto la stessa a chiamare le forze dell’ordine. La donna, costretta a subire continue vessazioni non aveva più sopportato la situazione.
Al loro arrivo gli agenti hanno trovato i tre ancora in casa. Il brasiliano si è più volte rifiutato di fornire le proprie generalità e i documenti e i poliziotti si sono visti costretti a chiedergli di seguirli in questura. A quel punto il sudamericano ha iniziato ad avere atteggiamenti più aggressivi, fino ad arrivare a sferrare un pugno in faccia a uno degli agenti e a colpire il collega con dei calci. Il parapiglia è terminato solo quando i due poliziotti sono riusciti a immobilizzarlo. Per J.C.P. è scattato l’arresto per minaccia, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Questa mattina il gip ha convalidato il fermo e disposto la custodia cautelare in carcere per il 30enne sudamericano, già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio. E’ stato anche diffidato con provvedimento del questore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati