Cronaca In città

Tornano in piazza i ragazzi di Fridays For Future

Domani quarto sciopero globale per il clima. A Novara nel pomeriggio i ragazzi daranno vita a tre flash mob sul tema del consumismo

Domani, venerdì 29 novembre quarto sciopero globale per il clima. Una data che coincide anche con quella del “black Friday”, ovvero il giorno dell’anno in cui, tradizionalmente, c’è la corsa agli acquisti scontati. E proprio in concomitanza con questo appuntamento i ragazzi di Fridays For Future Novara organizzano un pomeriggio incentrato sul tema del consumismo.

 

 

«Sarà una giornata di attivismo – dice Amedeo Del Galdo, uno degli esponenti del movimento novarese – in cui porremo l’accento su tre temi: la fast fashion, lo spreco alimentare e gli investimenti finanziari destinati alle risorse fossili. Il clima è il filo conduttore dei tre temi, cui è legato anche quello dello spreco alimentare, una vera e propria piaga del mondo contemporaneo. Dietro la produzione, il trasporto e la distribuzione del cibo c’è un grande utilizzo di energia, di suolo e di acqua che rendono inaccettabile il suo spreco sistematico».

«L’industria del cibo – aggiunge –  è responsabile di circa il 15-20 % delle emissioni di Co2, e un terzo del cibo prodotto viene buttato».

Il pomeriggio di domani è articolato in tre flash mob. «Ci muoveremo tutti insieme ma non sarà un corteo», specifica Del Galdo.

Punto di ritrovo alle 15 in piazza Cavour da dove i ragazzi si muoveranno per raggiungere altri due punti “simbolo” della loro azione di sensibilizzazione. «Alle 17 –  dice Del Galdo – ci ritroveremo di nuovo in piazza Cavour dove concluderemo il pomeriggio parlando di spreco alimentare».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati