Cronaca Giudiziaria

Tentata rapina ai danni di un novarese, marocchino a processo

I fatti risalgono a una sera di settembre di sette anni fa dietro alla stazione, nella zona del Dopolavoro Ferroviario

Tentata rapina ai danni di un novarese, marocchino a processo. «Era buio, ero spaventato, non ho visto se uno di loro aveva in mano qualcosa. Me lo sono trovato davanti all’improvviso, non ricordo che viso avesse, mi sembra che tra loro parlassero in arabo. Lui? (indicando l’imputato, ndr): no, il suo viso non mi dice nulla ma sono passati tanti anni».

Una testimonianza particolarmente reticente quella resa in aula dalla presunta vittima di un tentativo di rapina risalente a parecchi anni fa, avvenuta a Novara dietro alla stazione, nella zona del Dopolavoro ferroviario. Del resto l’uomo, cinquantenne residente in città, già all’epoca dei fatti – era una sera di settembre di sette anni fa – quando aveva telefonato ai carabinieri (la chiamata era stata poi dirottata alla Questura, cui quella sera spettava il controllo di quella zona della città) aveva manifestato l’intenzione di non sporgere denuncia.

 

 

«Stavo andando a prendere la macchina – ha aggiunto – Ricordo che c’erano due persone, straniere, un po’ alterate; uno barcollando è venuto verso di me, l’altro è sbucato da dietro un’auto mi sono spaventato e ho chiamato i carabinieri. Soldi? No, mi hanno chiesto se avessi una sigaretta».

Diverso però il tono della telefonata che quella sera, mancavano pochi minuti alle 23, era arrivata al centralino della Questura. «La persona che aveva telefonato aveva raccontato di essere stato avvicinato da due stranieri che gli avevano chiesto soldi. Avevano un punteruolo. Ci aveva detto di mandare una Volante perché probabilmente i due erano ancora in zona». Lui, nel frattempo, aveva raggiunto la sua auto e stava tornando a casa. E la polizia, dopo varie indagini, aveva identificato in un ragazzo marocchino, oggi poco più che trentenne, uno dei due presunti autori del tentativo di rapina, che ora è a processo; del complice nessuna traccia. Si torna in aula a ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,