Cronaca Provincia
Temporale: cede una pianta

Temporale: cede una pianta e precipita su un’auto, a bordo un 91enne

A Varallo Pombia, soccorso anche un grupo di persone rimasto bloccato in un laghetto. E sul lago d'Orta paura per una famiglia sbalzata dalla canoa dalle forti onde

Temporale: cede una pianta e precipita su un’auto, a bordo un 91enne. Rami spezzati e alberi caduti per il temporale che, nel tardo pomeriggio di ieri (9 agosto), ha flagellato il novarese. L’episodio più critico è avvenuto ai margini di Varallo Pombia: un albero ha ceduto, centrando in pieno la Fiat 500 su cui viaggiava un 91enne. L’uomo è stato estratto dall’abitacolo dai vigili del fuoco di Arona, per fortuna non risulta che abbia riportato ferite gravi. I pompieri hanno soccorso anche un gruppo di persone, rimaste bloccate in un laghetto di pesca sportiva, sempre nella zona boschiva di Varallo Pombia. Sul posto anche carabinieri e 118.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A Orta, invece, attimi di paura per una famiglia tedesca che è stata sbalzata dalle onde, che si erano create per il forte vento. I quattro indossavano giubbotti di salvataggio e sono stati tratti in salvo da uno dei battelli, che transitava nel lago proprio in quegli istanti.

A Novara la pioggia più intensa è caduta nella zona Ovest della città: circa 30 millimetri d’acqua in 40 minuti su San Martino e San Paolo, più moderata nelle zone est con 15 millimetri.
Cosa ci riserva il meteo nei prossimi giorni? Leggi le previsioni de La Voce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

Sponsorizzato

La pubblicità su La Voce? PIù spendi più guadagni

La pubblicità su La Voce? Più spendi più guadagni

Lo sapevi che più pubblicità fai sul nostro quotidiano on line e sul nostro free press più guardagni? Da quest’anno, infatti, è stato approvato il cosiddetto Bonus Pubblicità che permette alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli enti non commerciali di usufrire di un credito d’imposta in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa. L’ammontare del beneficio Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati e, addirittura, del 90% nel caso si tratti di microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative.