Cronaca Economia In città
tabaccheria della stazione

Tabaccheria della stazione: «Addio dopo 28 anni di attività, affitti troppo alti»

A rischio chiusura anche il bar: «Se Rfi non dà risposte il 31 dicembre saremo a casa, faremo sciopero giovedì 20», annunciano i dipendenti

Tabaccheria della stazione: «Addio dopo 28 anni di attività». Il titolare Luca non ha dubbi e la rivendita ha ormai solo l’essenziale sugli scaffali: “Il 22 dicembre alle 20 chiuderemo per sempre”. Soltanto qualche mese fa avevamo già paventato la possibilità che con la fine del 2018 le attività presenti potessero abbassare le serrande. Il rischio è che il 31 dicembre sia anche l’ultimo giorno di attività del bar. “Se Rfi non dà risposte faremo sciopero giovedì 20 – annunciano i dipendenti – A fin anno scadrà la convenzione fra Lagardere e Rfi per la locazione del locale. Non è stata indetta alcuna gara. È da luglio che siamo in ballo con questa storia, grazie alla Cgil abbiamo ottenuto una proroga da settembre a dicembre, dopodiché non abbiamo saputo più nulla. La cosa assurda è che non è il nostro datore di lavoro Lagardere a volerci lasciare a casa. Anzi, ci ha sempre pagato tutto regolarmente. Ma ora che faremo? Se è in arrivo una nuova attività, che almeno Rfi ce lo faccia sapere”.

Per qualcuno potrebbe trattarsi di un addio dopo 22 anni di servizio. “Sono arrivata qui che avevo 19 anni – racconta Piera – Quello dietro a questo bancone è stato il mio primo lavoro vero. Lagardere non ha altri esercizi nell’arco di 100 chilometri, per cui al momento rischio di ritrovarmi a casa senza un impiego”.

Al bistrot lavorano 8 donne e un uomo: quasi tutti hanno famiglia, mutui e auto da pagare. “Io lavoro qui da 13 anni e sono ormai nonna – spiega Katia – Ogni giorno mi faccio 50 chilometri all’andata e altrettanti al ritorno, ma l’ho sempre fatto volentieri. Mi mancano solo 2 anni alla pensione e non so come farò ad arrivarci a questo punto…”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il dispiacere per la chiusura dell’attività è palpabile anche nelle parole degli avventori del bar. “Vengo qui ogni mattina da quando mi sono iscritta all’università – commenta Giulia – Senza questo posto le mie giornate avranno un inizio meno positivo”. “La presenza di un bar in ogni stazione è imprescindibile – aggiunge Roberto, pensionato – Senza è come se un hotel ti affittasse la camera, senza darti la colazione… Mi trovo qui perché devo incontrare una persona, che arriverà tra un’ora: se non ci fosse il bar sarei in sala d’aspetto, che non è esattamente il massimo, o peggio a gelare sui binari”.

Secondo Luca della tabaccheria c’è una causa precisa: “Se tutti qui chiudono è perché gli affitti sono stratosferici. L’edicola è scomparsa 5 anni fa, il supermercato è durato molto poco, il negozio di telefonia ha resistito solo un mese… E ora tocca a noi. Io verso 8.500 euro ogni 3 mesi a Rfi per l’affitto di questo box, dove mi sono dovuto rifare tutti gli impianti per avere almeno un lavandino. Il bagno non c’è, dobbiamo usare quello pubblico, come gli avventori. Qui ci lavoriamo io e mia moglie, negli ultimi 11 anni abbiamo versato 1 miliardo di affitto, ma ora basta. Il 31 dicembre ci scade la licenza del Monopolio, il 31 gennaio ci scade il contratto d’affitto con Rfi, ma non abbiamo neppure provato a rinnovare: i costi sono troppo alti e il giro d’affari è calato moltissimo. Fino a 5 anni fa ordinavamo 140 chili di tabacchi a settimana, ora siamo scesi a 50. Ormai è deciso: il 22 sera chiuderemo e ci godremo il Natale in famiglia. Cosa faremo poi? Ormai ci siamo abituati a vivere alla giornata”.

  1. Avatar
    PAOLO MASOTTI

    “negli ultimi 11 anni abbiamo versato 1 miliardo di affitto” forse c’è un errore!!!!!!

    • Avatar
      Alessandro

      8500 euro diviso 3 sono 2833 al mese. Se fai 2833 per 12 mesi sono 33996 per 11 anni sono 373956. Può darsi che un miliardo si riferisse al vecchio conio ossia in Lire, non è un miliardo preciso però ci siamo molto vicini, perchè se 373956 lo moltiplichi per 1936 da come risultato 723978816.

  2. Avatar
    Alessandro

    8500 euro diviso 3 sono 2833 al mese. Se fai 2833 per 12 mesi sono 33996 per 11 anni sono 373956. Può darsi che un miliardo si riferisse al vecchio conio ossia in Lire, non è un miliardo preciso però ci siamo molto vicini, perchè se 373956 lo moltiplichi per 1936 da come risultato 723978816.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,