Ambiente Cronaca Provincia
Sversamenti nel lago

Sversamenti nel lago d’Orta: aziende sotto la lente dei Forestali

Controlli a tappeto nelle cromature e nelle ditte che operano nel settore della rubinetteria dopo gli scarichi abusivi, registrati domenica scorsa nella zona di San Maurizio d'Opaglio. All'opera anche carabinieri delle locali stazioni e Arpa

Sversamenti nel lago d’Orta: aziende sotto la lente dei Forestali. I controlli sono stati avviati su ditte di cromatura metalli e operanti nel campo delle rubinetterie di San Maurizio d’Opaglio, in seguito agli sversamenti avvenuti domenica scorsa.

Alle operazioni stanno partecipando Carabinieri Forestali di tutte le dipendenti Stazioni del Gruppo di Novara, unità di Carabinieri delle Stazioni territoriali di Alzo di Pella, Gozzano ed Orta, Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Novara e tecnici di A.R.P.A. Novara.

“Le operazioni sono precipuamente indirizzate ad esercitare un’azione di prevenzione contro ogni illecita gestione di rifiuti e, più specificamente, allo scopo di impedire ogni ulteriore violazione a danno del Lago e nell’ambito di tale settore produttivo – spiegano i carabinieri forestali in una nota – La gestione illegale degli scarti delle produzioni industriali nel settore delle rubinetterie, per quanto localizzato, presenta ancora una certa diffusività”.

Altri episodi analoghi avevano creato allarme l’estate scorsa, anche perché erano avvenuti in piena stagione turistica (leggi qui).

 

“Ciò, d’altronde – continuano gli inquirenti – oltre a rappresentare un grave danno per l’ambiente e per la salute pubblica, causa anche un vulnus economico non secondario, ponendo le aziende che operano nell’illegalità in una sleale posizione concorrenziale nei confronti delle tante aziende che agiscono legalmente. Come dimostrato dalle svariate analoghe attività già svolte in passato, l’azione congiunta dei vari reparti dell’Arma, con il contributo di A.R.P.A., consente di realizzare sinergie ottimali per assicurare la migliore tutela del patrimonio ambientale e della salute pubblica.L’azione di controllo proseguirà ulteriormente anche in futuro. Con la presenza sistematica e puntuale, l’Arma sta operando al fine di debellare definitivamente questo metodo esiziale di smaltimento dei rifiuti, purtroppo, ancora diffuso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,