Cronaca Provincia

Stanato in un campeggio di Castelletto dopo la sparatoria con fuga

In manette un 53enne che alcune ore prima, a Bareggio, aveva esploso una decina di colpi per difendersi da una visita intimidatoria

E’ stato stanato in un campeggio di Castelletto Ticino l’uomo che, nella tarda mattinata di ieri, aveva esploso una decina di colpi di pistola davanti alla propria casa di Bareggio, probabilmente per un regolamento di conti. Con sé aveva un’altra pistola, diversa da quella con cui aveva sparato poche ore prima, entrambe risultate rubate. Erminio La Morte, 53 anni e già noto alle forze dell’ordine, è stato scovato nella tarda serata di ieri sul lago Maggiore dai carabinieri di Abbiategrasso, che gli davano la caccia da diverse ore. Nella sparatoria avvenuta davanti a casa sua non è rimasto ferito nessuno, ma all’interno dell’abitazione di Bareggio i militari hanno trovato 52 grammi di hashish, 10 di cocaina e la Glock calibro 9×21 rubata nel 2016, con cui ha sparato: per questo deve rispondere di detenzione di due pistole, ricettazione (perché le armi erano rubate) e spaccio.
Sembra che la sparatoria fosse scaturita in seguito alla visita di alcuni uomini, su cui La Morte non avrebbe voluto fornire informazioni, che gli avrebbero anche danneggiato l’auto. Subito dopo il 53enne sarebbe uscito in strada e avrebbe sparato una decina di colpi. Poi la fuga, fino al camping di Castelletto. Al momento dell’arresto La Morte è stato trovato in possesso di una calibro 22, risultata rubata una ventina di anni fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati