Cronaca Sport

Sport e formazione, la Diocesi di Novara scende in campo

La Diocesi di Novara, in collaborazione con Novara Calcio, Igor Volley e Coni Novara, organizza il corso di formazione 'Siamo tutti convocati' rivolto a genitori, allenatori e dirigenti sportivi, utilizzando lo sport come strumento che può sviluppare contemporaneamente aspetti educativi e competitivi. Uno sport che include e non esclude

Sport e formazione, la Diocesi di Novara scende in campo. Un corso di formazione, rivolto a genitori, allenatori e dirigenti delle società sportive del territorio. Con ‘Siamo tutti convocati’, progetto organizzato dal settore di pastorale dello sport dell’Ufficio diocesano di pastorale giovanile con il patrocinio dell’Ufficio Nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport della CEI e in stretta collaborazione con Novara Calcio, Agil Volley-Igor Novara Volley e CONI Novara, si punta alla formazione dei soggetti coinvolti nella proposta dell’attività sportiva a giovani e ragazzi, perché lo sport possa essere uno strumento educativo a tutto tondo, portatore di elementi essenziali per il cammino di crescita di giovani e ragazzi.

Il corso è stato presentato a Novarello da don Franco Finocchio coordinatore del gruppo di lavoro Sport Fede e Vita della Conferenza Episcopale Italiana e collaboratore dell’Ufficio diocesano di pastorale giovanile insieme a don Gionatan De Marco direttore dell’Ufficio Nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport della Cei, Filippo Galli ex giocatore del Milan e formatore di Village (società che si occuperà di fornire contenuti e coordinamento che ha collaborato con le più importanti realtà sportive nazionali tra le quali il Milan), Roberto Nespoli direttore generale del Novara Calcio, suor Giovanna Saporiti presidente di Agil Volley–Igor Novara Volley e Rosalba Fecchio delegata CONI Novara.

 

 

«Questa iniziativa – ha spiegato don Franco Finocchio – vuole costruire una cultura sportiva condivisa tra comunità ecclesiale e società sportiva mettendo al primo posto la cura e l’accompagnamento dei ragazzi».

La mission di ‘Siamo tutti convocati’ è quindi fornire agli adulti, chiamati ad essere attori di questo processo formativo, le giuste competenze e conoscenze. Da come relazionarsi al giovane sportivo sul campo e fuori dal campo a capire le dinamiche di apprendimento nelle diverse fasce d’età, le scelte da prendere per ‘fare gruppo’ negli sport di squadra, ma anche in quelli individuali e la valorizzazione di ognuno a partire dalle potenzialità e risorse del singolo.

«Da noi al Novara Calcio – ha aggiunto Nespoli – passano ogni anno tanti ragazzi, di tutte le età e categorie. Alcuni di questi, pochi in verità, riescono poi a diventare professionisti. Ecco perché il nostro obiettivo non deve essere solo quello di formare giocatori ma anche e soprattutto uomini in un costante e graduale processo di crescita sotto tutti i punti di vista. Per questo siamo felici di poter dare il nostro contributo a una iniziativa davvero meritevole».

Anche perché l’aspetto più innovativo della proposta è l’approccio ‘integrato’ con allenatori, dirigenti e genitori a seguire tre itinerari formativi differenziati, ma con un incontro di partenza ed uno conclusivo condivisi e sui medesimi contenuti educativi, proposti secondo le specificità di ognuno, in modo da condividere non solo le finalità di fondo, ma anche gli strumenti e le prassi.

«Mettere al centro i giovani – ha chiarito Galli – il gioco e tutte le persone adulte che gravitano intorno. E’ fondamentale che tutti si mettano in gioco per riportare i giusti valori allo sport. Una serie di incontri, sia teorici che pratici, terranno insieme tutti le componenti attraverso relazioni che miglioreranno la crescita dei ragazzi».

«Formare non vuol dire cambiare – ha detto don De Marco – ma accompagnare in un percorso di crescita. Come Chiesa possiamo imparare molto dallo sport, quello che genera ogni giorno ‘buone notizie’. Se una società riuscirà in questo intento sarà un buon segnale da replicare in altri siti del territorio e anche oltre».

«Lo sport è da sempre un eccezionale mezzo educativo – ha concluso suor Saporiti – Personalmente credo in questo progetto perché mi rendo conto che i ragazzi hanno sempre più bisogno di noi e sono altrettanto felice che la chiesa novarese scommetta sullo sport come strumento formativo questo grazie a questo progetto».

‘Siamo tutti convocati’ prenderà il via il prossimo 13 gennaio e si concluderà giovedì 12 marzo. Il percorso prevede sei incontri per gli allenatori, tre per i genitori e quattro per i dirigenti delle società. Tutti gli incontri si terranno presso la struttura di Novarello Villaggio Azzurro (via Dante Graziosi, 1 – 28060 Granozzo con Monticello). Per iscrizioni e informazioni è possibile contattare www.siamotutticonvacati.it. o scrivere a info@siamotutticonvocati.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati