Cronaca In città

Sandro Devecchi nuovo direttore del “Corriere di Novara”

Dalla prossima settimana sarà alla guida dello giornale da poco passato di proprietà. Roberto Azzoni torna a dirigere l'Eco di Biella

Cambio al timone del “Corriere di Novara”, lo storico giornale cittadino che ha da poco festeggiato 140 anni di vita. Da lunedì prossimo sarò Sandro Devecchi a firmare il giornale come direttore. Succede a Roberto Azzoni che torna a dirigere il solo Eco di Biella, l’altra testata di proprietà di Sgp.

Il cambio al vertice del “Corriere” è la prima conseguenza visibile del recente cambio di proprietà della società editrice. Infatti, come si ricorderà, nell’aprile del 2017  Dmail Group, tramite la sua controllata DMedia Group , la società che edita tra gli altri il settimanale novarese “Novara Oggi” ha acquisito la maggioranza del 60% della società editoriale Sgp, fino a quel momento di proprietà dell’Associazione Industriali di Novara e dell’Unione Industriale Biellese, editrice del Corriere di Novara e dell’Eco di Biella.

Devecchi, 59 anni, al Corriere dal 1986, è stato responsabile della redazione sportiva, e, negli anni più recenti, ha seguito anche la politica cittadina. Il suo nome era circolato insistentemente come possibile direttore anche nel dicembre 2014 al momento del pensionamento di Serena Fiocchi. Poi la fusione tra Sgp e Istituto Editoriale Biellese e la partnership con l’Eco di Biella aveva portato a Novara Roberto Azzoni.

La scelta di Devecchi sembra indicare quale sia la strada imboccata dalla nuova proprietà: la valorizzazione della testata di recente acquisizione attraverso un rafforzamento della identità del giornale che viene affidato ad uno dei suoi giornalisti “storici”. In attesa di capire meglio quale assetto assumerà in futuro la presenza del gruppo editoriale nel capoluogo novarese.

Al neodirettore un “in bocca al lupo” dalla direzione, dalla redazione e dai collaboratori de La Voce di Novara

  1. carlo delmastro

    Così magari avranno più spazio gli sport “cosidetti” minori, visto che in città e provincia ci sono delle belle eccellenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Consigliati