Cronaca In città

S.Agabio, continua la “marea” di rifiuti abbandonati

L'ultimo caso segnalato da un lettore riguarda via della Riotta: due grossi accumuli di ingombranti. Assa: il 40% degli abbandoni è in questo quartiere»

Un trend che non si inverte, almeno stando alle segnalazioni che arrivano sempre numerose alla nostra redazione: a Sant’Agabio il numero di interventi di Assa per la rimozione dei rifiuti abbandonati, specialmente ingombranti, è sempre costante.

Una situazione che, se in passato è stata cavalcata per farne oggetto di forti polemiche politiche, oggi tende ad essere derubricata ad ordinaria amministrazione. Eppure la situaizone è tutt’altro che migliorata.

L’ultimo caso ci è stato segnalato ieri da un lettore, e riguarda via della Riotta.

Sono gli stessi dati forniti da Assa in sede di bilancio della propria attività, a confermare una situazione che sembra senza possibilità di soluzione: nei primi cinque mesi del 2018, a fronte di un complessivo aumento degli interventi per rimozione di rifiuti abbandonati di ogni genere, il 40% è riferito al quartiere di S.Agabio.

Una situazione che riguarda tutte le aree del popoloso quartiere, e non solo la zona delle case popolari. Un fenomeno che è difficile “targare”, ma che mette in seria difficoltà l’azienda comunale dell’igiene urbana, che aveva ammonito sottolineando come «la tempestività degli interventi nella rimozione dei rifiuti a Sant’Agabio non potrà essere garantita se gli abbandoni giornalieri continueranno ad essere nettamente superiori rispetto agli altri quartieri».

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Sempre più Fairtrade

Sempre più Fairtrade

Roma, 31 mag. (AdnKronos) – Sempre più commercio equo: nel 2017 i consumatori italiani hanno speso 130 milioni di euro