Cronaca Giudiziaria

Ruba profumo e lamette, arrestato trentenne novarese

Il fatto risale allo scorso novembre quando l'uomo, ora a processo con l'accusa di tentato furto aggravato, aveva agito all'interno di un negozio. All'uscita era stato bloccato da una volante della Polizia. Il processo prosegue a settembre

Ruba una confezione di profumo e quattro di lamette, novarese arrestato ed ora a processo con l’accusa di tentato furto aggravato. Tutto era accaduto poco dopo le 17 del 2 novembre scorso quando il trentenne novarese era entrato in un negozio di Novara e aveva iniziato a girare tra gli scaffali. Un comportamento che, unitamente al fatto che con sé portava un voluminoso borsone, aveva attirato l’attenzione del personale del negozio.

 

 

 

“Avevo visto che si aggirava nel reparto profumeria – ha detto una commessa – con un atteggiamento sospetto, avevo avvertito il direttore poi, quando è uscito, è suonato l’allarme antitaccheggio”.  A terra poi era stata trovata la placca che aveva staccato dalla confezione di profumo. Nel momento in cui l’uomo è uscito dal negozio e cercava di allontanarsi velocemente con il borsone a tracolla, inseguito da un addetto del negozio,  passava una volante della polizia. Agli agenti non solo non era sfuggita la scena ma, nell’uomo che se ne andava velocemente, avevano riconosciuto un volto non nuovo. Lo hanno fermato: nelle tasche del giaccone aveva il profumo e le lamette, il tutto per un valore di 127 euro. Per il trentenne era scattato l’arresto in flagranza di reato per tentato furto. Il processo prosegue a settembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,