Cronaca In città

Riparte il progetto “La Terra in comune” dei servizi sociali del Comune di Novara

Una attività formativa rivolta a gruppi formali e informali di persone che si trovano a confrontarsi con la realtà della disabilità

L’area dei servizi sociali è da sempre una delle eccellenze del Comune di Novara. Qualità dei servizi, serietà degli operatori e, molto spesso, originalità dei progetti. È il caso di “La terra in comune”, un’iniziativa, realizzata dagli educatori professionali Federico Lovati e Nino Bello, che ha lo scopo di creare “una maggiore sensibilità nell’incontro con la disabilità” e generare un pensiero nuovo rispetto all’incontro con la diversità. Il percorso, realizzato attraverso slides, simulazioni, giochi di ruolo si sviluppa su tre incontri ed è indirizzato a gruppi di adolescenti, che si ritrovano sia nei luoghi formali, come le scuole, o informali (Oratori, associazioni sportive, centri di aggregazione giovanile, eccetera), a studenti universitari, insegnanti, gruppi di lavoro direttamente coinvolti negli inserimenti di persone con disabilità nelle diverse realtà lavorative, figure adulte responsabili di gruppi. L’adesione al progetto è a titolo gratuito, non ha scadenza temporale e si svolge presso la sede dove l’agenzia solitamente svolge la propria attività negli orari concordati con gli educatori responsabili del progetto.
Info: eth@comune.novara.it, tel. 0321.3703528.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Sempre più Fairtrade

Sempre più Fairtrade

Roma, 31 mag. (AdnKronos) – Sempre più commercio equo: nel 2017 i consumatori italiani hanno speso 130 milioni di euro