Cronaca Taccuino del cronista

Rapina a mano armata in piazza Garibaldi: in carcere l’autore

Arrestato il presunto autore dell'episodio, risalente a ottobre: è un tunisino con svariati precedenti. Il questore ha anche avviato l'iter di espulsione per motivi di ordine pubblico

Rapina a mano armata sotto i portici davanti alla stazione ferroviaria di Novara. Non è stato semplice per gli agenti della squadra mobile riuscire a dare un volto e un nome all’autore dell’episodio, avvenuto lo scorso mese di ottobre, ai danni di una persona di origine straniera. Gli investigatori hanno dovuto scavare fra i vari personaggi senza fissa dimora, che gravitano in zona. A tre mesi di distanza sono riusciti a rintracciare e ad arrestare un tunisino, M. J. di 33 anni, in Italia senza fissa dimora e con vari precedenti per stupefacenti e reati contro il patrimonio e la persona. L’uomo è stato condotto in carcere, sulla base dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Novara, a seguito dell’attività di indagine.
Nei confronti dell’arrestato, inoltre, è stato emesso un provvedimento di diffida da parte del Questore e sarà avviato l’iter per procedere all’espulsione dal territorio nazionale per motivi di ordine pubblico.
«L’esecuzione del provvedimento, avvenuta a seguito di intensa attività investigativa – commenta una nota della Questura – si inserisce nel quadro di una serie di servizi di prevenzione e controllo del territorio effettuati in zona stazione ferroviaria da molti mesi a questa parte, al fine di contrastare il degrado e la criminalità diffusa».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,