Cronaca Provincia
Rapina in villa: tenuti in ostaggio

Rapina in villa: tenuti in ostaggio da una banda incappucciata

Nel mirino dei malviventi è finita l'abitazione di un imprenditore, piuttosto isolata dal centro abitato di Solcio di Lesa. In casa c'erano la moglie e un collaboratore della famiglia

Rapina in villa: tenuti in ostaggio da una banda incappucciata. È la terribile avventura di cui sono stati vittima una donna di Solcio di Lesa e un dipendente che lavora a domicilio. L’episodio risale allo scorso 23 dicembre. Le indagini dei carabinieri della compagnia di Arona procedono nel massimo riserbo, ma nelle ultime ore la voce sull’episodio ha iniziato a girare nella piccola frazione sul lago Maggiore.

Nel mirino dei malviventi è finita l’abitazione di un imprenditore, piuttosto isolata dal centro abitato. Il padrone di casa, però, non aveva ancora fatto rientro quella sera. In casa c’erano la moglie e un collaboratore. I due sono rimasti in ostaggio di una banda, che sarebbe stata composta da 4 uomini con accento dell’Est Europa, tutti a viso coperto. Hanno costretto la donna a consegnare denaro e oggetti preziosi. Il bottino ammonterebbe a diverse migliaia di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,