Cronaca Economia

Proclamato lo stato di agitazione per i lavoratori della Amef

I lavoratori della società che fornisce servizi di portierato per l’Università attendono lo stipendio di luglio. Rago (Cisl): “ora attendiamo di essere convocati”

«Abbiamo proclamato lo stato di agitazione per i lavoratori della società Amef che fornisce servizi di portierato presso l’Università Avogadro di Novara. Attendiamo di essere convocati». Così Mattia Rago della Fisascat Cisl che spiega: «I dipendenti non hanno percepito la retribuzione di luglio con relativa quattordicesima e, per come stanno le cose, avanzeranno anche lo stipendio di agosto. Questa è una situazione che sta coinvolgendo sicuramente tutto il territorio nazionale perché chi appalta i servizi è Manital che nell’ultimo incontro, che si è tenuto al Mise il 31 luglio scorso, ha dichiarato che questi ritardi sarebbero dovuti al mancato pagamento regolare degli enti pubblici».

 

 

«Sembrava che questo problema fosse stato superato per l’appalto dell’Università – aggiunge Rago – in quanto è stato sottoscritto un accordo con la Cisl Fisascat che prevedeva che nel caso in cui la società appaltatrice non adempisse alle retribuzioni, avrebbe provveduto ai pagamenti. Ma a tutt’oggi solo silenzio. Chiediamo all’Università di rispettare l’accordo così da poter dare una boccata di ossigeno ai lavoratori che hanno scadenze e famiglia».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,