Cronaca In città

Il presepe vivente più realistico? Nelle scuole di Sant’Agabio

Un Natale carico di significati per gli alunni dell'istituto comprensivo Bellini. I bimbi della Sulas hanno anche commemorato la piccola Ashly, scomparsa un anno fa a soli 4 anni

Un Natale carico di significati per gli alunni delle scuole di Sant’Agabio. Studenti e insegnanti dell’istituto comprensivo Bellini hanno organizzato una serie di feste a tema, spaziando fra la multietnicità, balli e danze, ma anche ricordando la piccola Ashly, una loro compagna che se n’è andata un anno fa.

Un momento toccante, ma anche di grande festa per i bimbi della scuola d’infanzia Sulas, che hanno voluto commemorare Ashly Azad Llangari, scomparsa il 13 dicembre 2016, a soli 4 anni, dopo aver combattuto contro un retinoblastoma, che però non ha mai spento la gioia nei suoi occhi e sul suo sorriso. Una storia che ha commosso la città di Novara, ma che ha lasciato un legame fortissimo fra la scuola, la mamma, il papà della piccola e la sorellina Arianna, come dimostrano le immagini qui di seguito.

Gli alunni della primaria Don Ponzetto, invece, hanno organizzato il presepe vivente. Un evento ricco di significati, come sottolineano le insegnanti: «Un magnifico esempio di integrazione: tanti colori e tante religioni unite in pace e amicizia». Le classi della Don Ponzetto, infatti, contano una maggioranza di studenti musulmani: «Hanno partecipato tutti – continuano le maestre – con grande entusiasmo. Genitori compresi. Dando vita al presepe vivente più realistico che si sia mai visto. Di certo in quell’epoca a Betlemme non erano tutti alti, biondi e con gli occhi azzurri… e non erano nemmeno cristiani… non ancora, almeno!».

Balli e canti all’insegna dello stare tutti insieme anche alla primaria Rigutini, dove tanti piccoli babbi natale si sono esibiti a ritmo di musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,